Fa due volte pipì vicino al campo
squalificato calciatore della Turris

Venerdì 29 Aprile 2022 di Aniello Sammarco
Fa due volte pipì vicino al campo squalificato calciatore della Turris

Una ventina di minuti, giocati nella parte finale della vittoriosa gara interna della sua Turris contro la Paganese. Una prova anonima. Che tale sarebbe rimasta se Enrico Zampa non si fosse macchiato di una scelta tanto balorda quanto deleteria per lui e per la squadra, in quanto non è sfuggita agli addetti di campo chiamati a coadiuvare la quaterna arbitrale nelle segnalazioni da inviare al giudice sportivo. Quel giudice sportivo che ha squalificato per un turno Zampa, inguaiando ulteriormente il tecnico Bruno Caneo (a sua volta espulso per una protesta plateale in occasione del gol del 3-2 per la Turris) in vista del match di playoff in casa del Foggia, dove mancheranno anche l'altro squalificato Franco e l'infortunato Di Nunzio. Le ragioni della decisione sono contenute nelle motivazioni del giudice sportivo: «Per avere tenuto - si legge - una condotta non corretta al 25' del primo tempo ed al 6' del secondo tempo, in quanto in entrambe le occasioni, mentre si trovava in panchina, si allontanava dalla stessa e urinava presso un palo dell'illuminazione ubicato oltre la linea di fondo». Insomma, forse in trance agonistica (un risultato positivo contro la Paganese avrebbe, come poi è stato, regalato la prima volta agli spareggi per la B ai corallini), Zampa invece di infilarsi negli spogliatoi per fare i propri bisogni, ha deciso di fermarsi a metà strada, approfittando di un palo dell'illuminazione dello stadio. Un atteggiamento sfuggito a buona parte dei tifosi sugli spalti ma non a chi aveva il compito di effettuare le segnalazioni del caso agli organi di giustizia calcistica.

Una squalifica che, insieme a quella del diffidato Franco e del tecnico Caneo (al quale la palese protesta nei confronti del direttore di gara, reo di avere concesso un rigore ritenuto troppo generoso, è costata uno stop di due turni) non hanno di certo raffreddato la piazza, pronta a organizzare l'invasione pacifica allo Zaccheria di Foggia. A seguito della riunione del Gos, infatti, ieri è stata attivata la prevendita dei biglietti validi per assistere al match nel settore ospiti, riservato ai sostenitori della Turris nella sua capienza massima, cinquecento posti. La prevendita - al costo di 10 euro oltre diritti per singolo tagliando - sarà tuttavia aperta ai soli residenti nella provincia di Napoli e si avvarrà del circuito VivaTicket, con possibilità di acquisto sia on line che presso i punti vendita autorizzati. I biglietti, sempre se non andranno esauriti prima, potranno essere acquistati fino alle 19 di domani.

Prosegue inoltre al Liguori il lavoro del gruppo. Assente dal terreno di gioco, ma vicino al gruppo, il capitano Di Nunzio, cui è immobilizzata la spalla sinistra, è invece tornato ad allenarsi con i compagni Tascone dopo aver saltato la gara con la Paganese per un trauma contusivo al piede destro. Il centrocampista nei primi giorni della settimana ha alternato sedute di fisioterapia al lavoro in piscina. Gli esami di controllo cui è stato sottoposto nel pomeriggio di mercoledì hanno dato il via libera al suo rientro in gruppo. Il programma settimanale dei corallini proseguirà con sedute mattutine fino alla rifinitura di domani.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA