Federico Guidi è il nuovo allenatore
della Casertana

Venerdì 3 Luglio 2020 di Domenico Marotta
Federico Guidi è il nuovo allenatore della Casertana. Ieri il club ha comunicato ufficialmente il suo ingaggio.
L'AGGANCIO
Guidi, toscano di 43 anni, si è fatto strada nelle giovanili dell'Empoli e poi della Fiorentina. Alla guida della viola, nel 2017, sfiorò la vittoria dello scudetto e fu sconfitto in finale dall'Inter di Pinamonti. Proprio i buoni rapporti tra il diesse della Casertana Violante con Valentino Angeloni, responsabile tecnico del settore giovanile della Fiorentina, potrebbero aver favorito il contatto con il nuovo allenatore. Ieri in serata l'approccio diretto con la dirigenza rossoblù ed il presidente D'Agostino. L'accordo è stato raggiunto nel giro di poche ore e Guidi succederà a Ginestra sulla panchina rossoblù, nono allenatore in tre anni e mezzo per l'attuale proprietà. Il mister sarà seguito dal suo secondo Cupi e dal preparatore atletico Melino.
LA CARRIERA
Da calciatore Guidi non ha mai raggiunto la fama ed ha scelto di allenare sin da quando era giovanissimo. Ha sempre portato come una medaglia sul petto, la sua lunga esperienza con i giovanissimi ed ha scalato le categorie fino alla Primavera della Fiorentina ed alla finale scudetto. Poi, la grande occasione con la Nazionale. Prima l'under 20, l'anno dopo l'under 19 che nel 2018 ha brillantemente condotto alla qualificazione agli Europei con nove vittorie in quattordici partite. In quella stagione, tra gli azzurrini giocava, anche Davide Merola, talentino di Santa Maria Capua Vetere che ha già esordito in serie A con la maglia dell'Inter. In quegli Europei, però, guidi non ha mai allenato. Ha preferito, infatti, accettare la proposta del Gubbio in serie C. Un'avventura disastrosa la sua prima tra i grandi. Undici le partite complessive alla guida della squadra umbra una sola vittoria (in Coppa Italia contro il Fano dell'ex tecnico rossoblù Fontana) poi sei pareggi e quattro sconfitte, l'ultima delle quali, in casa contro il Carpi, gli è costata la panchina il 16 ottobre scorso. Il Gubbio ha poi concluso il campionato con la salvezza sotto la guida di Torrente.
L'OCCASIONE DELLA VITA
Per Guidi la Casertana può rappresentare la svolta. L'esperienza negativa sulla panchina di un club tutto sommato poco blasonato come il Gubbio poteva chiudergli le porte del calcio del grandi. Invece, probabilmente con sua stessa sorpresa, è arrivata la chiamata di una società storica come quella rossoblù. Motivazioni altissime, dunque, per il giovane allenatore che proverà a dimostrare le sue qualità in una piazza calorosa ed alle dipendenze di un presidente come D'Agostino che finora ha dimostrato di non crearsi troppi crucci quando si tratta di mandar via un tecnico. Di Guidi parlano come un teorico del calcio, specialista nel far crescere i giovani calciatori. Di esperienza alla guida di prime squadre ne ha troppo poca per valutarne la qualità quando è alle prese con giocatori più esperti: quella dovrà esser bravo a dimostrarla alla guida della Casertana.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA