Fidelis Andria-Juve Stabia, Colucci: «Giocheremo col coltello tra i denti»

«Veniamo da tre 0-0 di fila ma il gol arriverà, ne sono certo»

Leonardo Colucci in conferenza stampa
Leonardo Colucci in conferenza stampa
di Gaetano D'Onofrio
Sabato 3 Dicembre 2022, 15:55
2 Minuti di Lettura

Ancora con l’emergenza difesa, assenti sia Tonucci che Cinaglia, ma col vero problema della sterilità sotto rete, la Juve Stabia è partita alla volta di Andria dove domani affronterà la Fidelis di mister Doudou.

Avversario nella finalissima del 2011, quando i gialloblù conquistarono la serie B, il tecnico pugliese ha dato letteralmente la svolta ai suoi dopo un avvio difficile: «Per noi è una gara fondamentale - ha chiarito alla viglia Leo Colucci - Siamo in uno momento topico, quasi alla fine del girone di andata, e vogliamo chiudere bene la prima parte della stagione. Le assenze? Vedremo. Può giocare Altobelli, che nel ruolo di centrale ha fatto benissimo, ma anche Vimercati. Decideremo a ridosso della gara».

Sul problema del gol tante soluzioni, l’unico comune multiplo il lavoro: «Beh, inutile anche ormai ripeterlo. È uno degli aspetti che stiamo curando in queste settimane. Ho detto ai ragazzi di provare a calciare anche da fuori, soprattutto di cercare l’incrocio dei pali, che è sempre il punto debole per ogni portiere. Scherzi a parte, sappiamo che è un momento singolare, con tre pari per 0-0, ma il gol arriverà, ne sono certo». 

Rispetto per l’avversario, ma da Andria Collucci vuol tornare corsaro: «Ci proveremo. L’obiettivo è sempre vincere e provare a prendere i tre punti. Affrontiamo una squadra equilibrata, che ha trovato la svolta dopo un avvio difficile, ma abbiamo lavorato bene e sono sereno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA