Hurrà insieme solo l'anno scorso
Paganese e Erra verso la prima

Giovedì 7 Gennaio 2021 di Danilo Sorrentino

Solo nella scorsa stagione la Paganese ed Alessandro Erra hanno sorriso all'inizio del nuovo anno solare. Da quando, infatti, la Serie C è diventata unica (stagione 2014/2015) mai gli azzurrostellati e l'allenatore di Coperchia avevano vinto alla gara inaugurale del nuovo anno. Tabù sfatato - a sorpresa - in avvio di 2020 al Veneziani, con il blitz di Monopoli datato 12 gennaio. A regalare il successo alla Paganese, uno dei pochi di tutto l'anno, fu Caetano Calil, in quello che è stato il suo ultimo gol italiano: l'attaccante da qualche mese è rientrato in Brasile, dando di fatto l'addio al calcio del Belpaese. Ai liguorini non era andato bene il primo incontro dell'anno negli altri cinque precedenti incontri. Due i pareggi inaugurali: il 2-2 in rimonta dell'11 gennaio 2016 nel derby con la Casertana (al Torre di lunedì sera) e quello per 1-1 contro il Siracusa il 23 gennaio 2019 (botta e risposta Tiscione-Piana, con De Sanzo in panchina). Tre invece le sconfitte, a cominciare da quella pesante dell'Epifania 2015 contro il Foggia per 4-0, passando per le due consecutive con Casertana (2-0) e Reggina (1-0) fra 2017 e 2018.

Meglio non era andata all'attuale allenatore della Paganese, che prima dello scorso anno mai aveva vinto la prima gara dell'anno. Il miglior risultato era stato il rocambolesco pareggio ottenuto con la Vigor Lamezia sul campo del Lecce il 6 gennaio 2015. In nove uomini, i calabresi rimontarono i salentini di Miccoli e Moscardelli con gol al 90' della meteora Held. L'anno successivo, invece, cocente sconfitta per Erra - nel frattempo passato al Catanzaro - sul campo del Melfi per 2-0. Fra 2017 e 2019, invece, fino all'anno scorso appunto, era stato esonerato prima o subentrato dopo la prima gara del nuovo anno. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA