Il Foggia inguaia la Paganese:
1-4 al Torre, ora Erra rischia

Mercoledì 23 Dicembre 2020 di Danilo Sorrentino

Dopo il tracollo col Monopoli di domenica scorsa, arriva un altro pesante ko per la Paganese, di proporzioni ancor più pesanti contro una squadra di qualità come il Foggia. Finisce mestamente 4-1 al Torre l'ultima gara dell'anno solare in casa, con un'altra prestazione rivedibile, con poco mordente, producendo rare chance e invece subendo tantissimo dai rossoneri pugliesi. La formazione di Marchionni, che ha aggianciato il treno delle terze in classifica a quota 27 punti, domina l'incontro in lungo ed in largo e complica la posizione di Erra. La pancina del tecnico di Coperchia, già di per sè traballante prima della sfida, con questo risultato scricchiola pericolosamente.

Avvio choc degli azzurrostellati che dopo quattro minuti sono già sotto: lancio dalla propria metà campo di Gavazzi, Mattia svirgola mandando D’Andrea a tu per tu con Campani per il facile 1-0. Un pugno in faccia a una squadra già vacillante e che capitola al 27' ancora per mano dell'attaccante rossonero lanciato in porta da Curcio. Dopo una prima mezz’ora anonima la Paganese si accende per provare a riportare la partita sui binari giusti e nel finale di tempo trova con Schiavino, in mischia sugli sviluppi di un calcio piazzato.

Un gol che però non sveglia la formazione di Erra, che comincia la ripresa come aveva iniziato il primo tempo, ossia subendo gol. Stavolta è Curcio, dopo un'azione solitaria di D'Andrea, a ribadire in rete la respinta del portiere della Paganese. Che al 25' si fa anticipare di testa da Rocca sul cross di Di Jenno per il definitivo 4-1.

© RIPRODUZIONE RISERVATA