Il novembre nero della Cavese:
si è dimesso il diggì Pavone

Lunedì 30 Novembre 2020 di Giuliano Pisciotta

Continua il ribaltone tecnice in casa Cavese. Da questa mattina Giuseppe Pavone non è più il direttore generale del club metelliano. Si “svuota” dunque completamente il progetto tecnico riavviato la scorsa estate. A dare il via al novembre nero era stato l'allenatore Giacomo Modica, le cui dimissioni sono state accettate - non senza remore - dal presidente Santoriello lo scorso 11 novembre.

Cinque giorni dopo il patron aveva sollevato dall'incarico il direttore sportivo Mario Aiello, dopo un'esperienza durata un anno e mezzo tra settore giovanile e prima squadra. Oggi infine i saluti di Peppino Pavone, bandiera della Cavese da calciatore che in quest'ultima parte della sua parentesi in biancoblu non può dire di aver lasciato il segno.

I risultati ottenuti in campionato portano a una bocciatura del lavoro di calciomercato, almeno per gran parte di operazioni che hanno portato a Cava de' Tirreni atleti risultati forse acerbi per un girone di ferro come quello centro-meridionale della Serie C. 

«Al di là dei risultati deludenti di questo inizio campionato - si legge nella nota ufficiale del club -, resta immutata la stima e l’affetto della dirigenza per l’uomo ed il professionista che ha sempre svolto il suo ruolo in seno alla società, con serietà e professionalità impareggiabili». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche