Juve Stabia, l'analisi di Padalino:
«Troppi errori in difesa, urgono correttivi»

Lunedì 30 Novembre 2020 di Gaetano D'Onofrio

In principio le difficoltà sotto rete. Ma dalla sfida con la Paganese per Padalino uno degli aspetti su cui lavorare in vista del prosieguo del campionato della sua Juve Stabia c’è sicuramente quello della tenuta della retroguardia. Almeno due gli errori clamorosi della coppia Codromaz-Allievi nel derby, graziati solo dalla scarsa mira dell’ex Abou Diop, al di la’ del gol del pari giunto ad opera di Mendicino, più lesto di tutti ad approfittare dello svarione dell’ex Triestina e calciare tra le gambe dell’ex Feralpi, regalando l’1-1 ai salernitani: “Beh – borbotta il tecnico -, le disattenzioni difensive sono sotto gli occhi di tutti, ed ovviamente mi preoccupano, perché ti possono portare a subire gol dall’avversario. In più di un’occasione siamo stati fragili e poco determinati, e non ci siamo fatti mai rispettare nei duelli individuali. Bisognerà porre attenzione a questo aspetto in chiave futura”. Contro la Paganese una Juve Stabia meno brillante del solito, ma il punticino fa comunque classifica: “Abbiamo disputato gare migliori – continua l’allenatore -, ma affrontavamo una squadra con tante individualità ed una buona organizzazione. Per me non era una sorpresa, ma ovviamente dispiace non aver centrato l’intero bottino”. Il ritorno di Ripa, una settimana di riposo per il turno con il Trapani escluso dal campionato, per i gialloblù l’opportunità del terzo incontro in casa di fila: “Dobbiamo continuare a lavorare sodo, cercando di recuperare anche chi sta fuori. Abbiamo dei valori importanti, l’obiettivo restano i play-off”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA