Dal Milan alla Juve Stabia, Cernigoi leader:
«Castellammare è una grande piazza»

Venerdì 9 Ottobre 2020 di Gaetano D'Onofrio

Tra i protagonisti della sfida di Catania, considerata dal diesse Ghinassi come l’acquisto più arduo dello scorso mercato, Davide Cernigoi guarda ben oltre la sconfitta con gli etnei, e già pensa alla gara col Francavilla che, domenica, segnerà per molti degli uomini di Padalino, il battesimo ufficiale al Menti: «Sono contentissimo di questa opportunità – ha ribadito l’attaccante -, Castellammare è una piazza importante e blasonata, e sono convinto che in C non sia seconda a nessuno. La trattativa? C’erano anche altre opportunità, ma sono felice della scelta, al di là dell’esordio di Catania dove abbiamo pagato solo l’aspetto fisico. Non giocavo da luglio, credo di aver fatto una buona gara».

 

Alla Juve Stabia Cernigoi ritrova il suo vecchio capitano nella Primavera del Milan, oggi con la stessa fascia in gialloblù, Alessandro Mastalli: «Ci siamo lasciati da ormai otto anni, ma ci siamo sempre tenuti in contatto, Ale è un ragazzo serio, e sono contento di averlo riabbracciato. Con Romero? C’è stata subito intesa, siamo simili come attaccanti, ma possiamo compensarci a vicenda».

 

Padalino punta sulla coppia in avanti nel suo 4-3-1-2: «Siamo a disposizione dell’allenatore, ha già dato un’identità alla squadra, possiamo crescere e toglierci tante soddisfazioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA