Colucci sprona la Juve Stabia:
«A Crotone a testa alta»

Colucci sprona la Juve Stabia: «A Crotone a testa alta»
di Gaetano D'Onofrio
Lunedì 26 Settembre 2022, 19:07
2 Minuti di Lettura

Un punto che vale classifica e morale. A dispetto della traversa che, a pochi istanti dal termine della sfida con la Viterbese, avrebbe persino consentito alla Juve Stabia di scavalcare la Turris in classifica. Quarto posto mantenuto alle spalle di Crotone, Catanzaro e Pescara, i gialloblù confermano comunque il trend positivo:

«Sono un po’ rammaricato – ha ribadito Colucci -, perché avremmo potuto far meglio, crederci di più e non solo nel finale, quando finalmente abbiamo trovato i giusti equilibri. Peccato, ma alla fine ci sono anche gli avversari, e quindi dobbiamo accontentarci. In fondo sappiamo che vincere due gare di fila in casa non è facile».

Il tecnico passa al setaccio la gara di sabato: «Siamo stati lunghi nel primo tempo, ma avevamo preparato diversamente la partita. Poi nella ripresa siamo andati meglio, scendendo in campo con un altro piglio. Un paio di correzioni, ed è andata diversamente, ora analizzeremo quanto abbiamo sbagliato, cercando di ripetere in futuro solo le cose buone».

L’attenzione va sui singoli. «Pandolfi? Abbiamo calciatori con caratteristiche che non sempre gli facilitano la giocata. C’è più gente che, magari, ama puntare l’uomo e saltarlo piuttosto che cercare lo scambio, ma ha tanta qualità, buona volontà, avrebbe potuto già mettere a segno un bel bottino di reti. Scaccabarozzi? E’ quello che più mi è piaciuto in questo avvio di campionato. Gli ho chiesto più ruoli, ci ha sempre dato equilibrio, aiutandoci a cambiare in corsa. E’ un ragazzo duttile di quelli che tutti vorrebbero avere in squadra».

Ed ora testa al Crotone: «Una sfida difficile, importante. Ce la giocheremo a testa alta, ai ragazzi ho detto che la dobbiamo chinare solo per mangiare…».

© RIPRODUZIONE RISERVATA