Juve Stabia, 10 assenti per il derby
​di Pagani, ma Padalino ha fiducia

Sabato 20 Marzo 2021 di Gaetano D'Onofrio
Juve Stabia, 10 assenti per il derby di Pagani, ma Padalino ha fiducia

Un altro derby, la seconda sfida esterna consecutiva. Dopo cinque vittorie lontano dal Menti, la Juve Stabia, di scena domani a Pagani, non sembra affatto intenzionata a fermarsi, ma con un occhio alla gara di Catanzaro, col Bari quasi costretto a vincere per tenersi in scia dell’Avellino, proverà addirittura a scalare un altro posto in classifica, sognano il quarto scalino ai danni dei calabresi. «Sono orgoglioso del lavoro svolto – queste le parole di Pasquale Padalino alla vigilia del derby del Torre - All’inizio i risultati non sono stati come nelle aspettative, ma pian piano siamo cresciuti, ed il lavoro è stato ripagato ampiamente». A Pagani con ben dieci assenti: «Ai soliti delle ultime settimane, si aggiungono anche Esposito, Borrelli e Suciu. Speriamo di recuperare Troest dopo la sosta, quindi per la vigilia di Pasqua. Ma non ci fasciamo la testa, come sempre proveremo a fare di necessità virtù. Non sarà facile contro una Paganese che ha bisogno di punti, in un derby molto sentito dalle due piazze. È una gara che si è preparata da sola, ormai giochiamo da tempo ogni tre giorni, ed è difficile pensare qualcosa di diverso. Dobbiamo solo proseguire il nostro cammino, cercando di vincere come nelle ultime settimane. Cinque successi di fila sono un piccolo record il cui merito è soprattutto dei ragazzi che se li sono meritati sul campo».

Padalino si gode il momento, appena un mese dopo il momento di crisi che sembrava portarlo ad un possibile addio: «Sono soddisfatto ora, ma lo ero anche prima. Ci ho sempre messo tutto me stesso nel lavoro, sapevo che alla lunga i risultati sarebbero arrivati. Esonero? Nel calcio può accadere, fa parte del mio mestiere, ma ora penso solo a concludere nel migliore dei modi il campionato. A partire dal derby di domani».

Da un derby all’altro, Padalino ricorda Vanacore, scomparso in questi giorni, secondo di Campilongo alla Cavese: «A lui va il nostro ricordo, alla sua famiglia possiamo solo stringerci in un momento difficilissimo». 

Ultimo aggiornamento: 13:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA