Marotta si prende la Juve Stabia:
«Adesso testa alla Turris»

Martedì 9 Marzo 2021 di Gaetano D'Onofrio
Marotta si prende la Juve Stabia: «Adesso testa alla Turris»

A Castellammare era arrivato a gennaio, come pezzo pregiato del mercato invernale. “El Diablo”, al secolo Alessandro Marotta, se da un lato aveva subito preso per mano la Juve Stabia con il suo carattere, la sua determinazione, non era ancora riuscito ad incidere con i suoi gol sul cammino dei gialloblù: «Marotta? I suoi gol arriveranno», nelle vesti di moderno oracolo, Padalino, alla vigilia della sfida del Palermo, domenica al Barbera, ne aveva anticipato la doppietta che, a conti fatti (la gara si è chiusa sul 4-2 per gli stabiesi), ha portato tre punti e tanto entusiasmo intorno alla squadra dei fratelli Langella.

«Abbiamo dato una grande risposta sul campo dopo la sconfitta in casa col Bari – sorride il bomber - Non era facile, domenica avevamo diverse assenze, ed affrontavamo una squadra molto forte, dopo una vittoria di spessore come quella nel derby col Catania. Ma siamo andati oltre tutto e tutti».

Due gol che potrebbero essere il primo passo verso un piazzamento migliore nei playoff: «Per me il gol è tutto - ammette Marotta - finalmente sono arrivati quelli in azione dopo quello dal dischetto. Però, sia chiaro, per me la squadra viene prima di tutto. Ho scelto la Juve Stabia per raggiungere obiettivi di squadra e non personali, e pian piano lavoreremo per centrali». Domenica il derby con la Turris: «Lavoreremo in questi giorni per regalare ai tifosi una vittoria importante. Sappiamo quanto ci tengano».

Ultimo aggiornamento: 10:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA