La Juve Stabia mette la freccia:
col Messina la prima vittoria al Menti

Domenica 24 Ottobre 2021 di Gaetano D'Onofrio
La Juve Stabia mette la freccia: col Messina la prima vittoria al Menti

La Juve Stabia sa anche vincere al Menti. Tre punti ed entusiasmo, a dispetto di una prova tutt’altro che spumeggiante della squadra ora allenata da Sottili. Ma dopo tre sconfitte di fila (con Catania, Picerno e Monopoli), all’undici stabiese si chiedeva soprattutto concretezza in un momento cruciale del campionato. Stavolta sotto la curva la squadra ci va solo per festeggiare.

Dopo il gol di Matteo Stoppa, che mette fine all’incantesimo dei gol al Menti (quello odierno è il primo su azione), ma soprattutto alla fine, quanto per la prima volta l’entusiasmo sotto la sud è alle stelle.

Per la prima sulla panchina stabiese, Sottili cambia modulo, ma non mischia troppo le carte. Nel 4-2-3-1 torna Scaccabarozzi nel trio alle spalle di Eusepi, conferma per Cinaglia, in difesa, al fianco di Tonucci. Capuano, ex di turno, con una classifica che langue (solo due i punti di distacco dalla Juve Stabia), cerca di imbrigliare i padroni di casa badando prima di tutto a non prenderle. Cinque in difesa, chiaro segnale di un Messina alla ricerca di punti pesanti.

Ad un primo tempo senza particolari sussulti fa eco una ripresa sicuramente più interessante. Il Messina ha l’occasione con Adorante, ma Sarri para a terra. Al 15’ il vantaggio stabiese: Cross di Rizzo, Eusepi subisce fallo, ma Stoppa irrompe più veloce di tutti e piazza il diagonale in rete facendo esplodere il Menti. Finale acceso col Messina vicino al possibile pari, ma l’estremo stabiese si salva sul colpo di testa di Carillo (poi Adorante calcia fuori), e si supera su Balde, servendo i tre punti su un piatto d’oro alla Juve Stabia. E sabato prossimo l’atteso derby del Liguori con la Turris.

© RIPRODUZIONE RISERVATA