Juve Stabia sconfitta dal Picerno,
Novellino: «A ciascuno le sue colpe»

Domenica 17 Ottobre 2021 di Gaetano D'Onofrio
Juve Stabia sconfitta dal Picerno, Novellino: «A ciascuno le sue colpe»

Cade la Juve Stabia nella sfida verità al Romeo Menti contro il Picerno. Nela sfida che avrebbe dovuto rilanciare le chance di Novellino (ormai chiaramente a rischio dopo due stop di fila), i gialloblú palesano tutti i limiti di una squadra che sulla carta meriterebbe ben altra classifica, ma ancora alla ricerca di un’identità in campo. Troppi errori degli stabiesi, tanta la determinazione di un Picerno quasi all’ultima spieggia, sono i lucani a trovare il vantaggio con De Marco, servito da Vivacqua, che gela Lazzari con un diagonale sul secondo palo. Micidiale l’uno, due del Picerno, che passa ancora su un errore clamoroso di Berardocco. Il centrocampista perde palla, Gerardi lancia Vivacqua al limite del fuorigioco, contropiede che si chiude con il raddoppio rossoblù. Nel finale della prima frazione la Juve Stabia prova a riaprire la sfida con Eusepi, che di testa, su corner di Berardocco, accorcia e lascia sperare per la ripresa. Ripresa che, dopo il tiro sul fondo di Rizzo, è ancora una doccia gelata per la Juve Stabia. Guerra (11’), trova il cross per la testa di Gerardi che cala il tris. Alla mezzora Juve Stabia ancora in partita, complice l’autorete di Ferrani, centrato da un compagno nel tentativo di rinviare. Finale con Albertazzi che si supera su Eusepi prima dei fischi e della contestazione che fanno da cornice all’uscita dal campo della squadra di Novellino. “Abbiamo disputato l’unica vera gara sotto tono – dice il tecnico a fine gara -, e credo che ciascuno debba assumersi le proprie responsabilità. Le voci di un possibile esonero? Io sono sereno, so quello che ho fatto fino ad ora, sono scelte che semmai spettano ad altri”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA