Juve-Stabia Turris, Maniero titolare?
«Spero in qualche passo in avanti»

Juve-Stabia Turris, Maniero titolare? «Spero in qualche passo in avanti»
di Raffaella Ascione
Sabato 10 Settembre 2022, 18:18 - Ultimo agg. 18:27
3 Minuti di Lettura

Rifinitura pre-derby per la Turris, che domani – fischio d’inizio alle 17.30 – proverà a riscattare al Menti gli ultimi due cocenti scivoloni contro la Juve Stabia. Non saranno della gara Ardizzone, costretto allo stop (da definire i tempi) per il trauma alla caviglia destra rimediato contro la Virtus Francavilla, e Varutti, ancora indisponibile. Subito disponibile, invece, il neo acquisto Gallo.

A margine dell’allenamento del Liguori, le valutazioni di mister Pasquale Padalino, che – dopo l’esperienza stabiese – vivrà stavolta il derby dalla panchina corallina. «L’importanza dei derby la conosciamo e sappiamo bene che questo in particolare è parecchio sentito. Personalmente, però, preparo tutte le gare allo stesso modo perché hanno tutte la stessa importanza, al di là dei sentimenti della tifoseria che di sicuro arrivano a calciatori e staff. I ragazzi sanno benissimo quanto trasporto ci sia verso questa gara e tanto basta. Non serve caricarla oltremodo, anche per evitare di incorrere in errori dovuti all’eccessiva enfasi. Piuttosto, mi va di rimarcare l’assenza dei tifosi, che per noi sarà certamente pesante. Mi spiace per l’ambiente Turris e per il movimento calcio».

Sulla Turris attesa al Menti: «Spero si veda qualche passo in avanti. Se manteniamo l’atteggiamento della scorsa settimana sarebbe già positivo. Due settimane di conoscenza mi hanno dato qualche indizio in più sul gruppo ma serve tempo, c’è ancora tanto da fare. Le precedenti sconfitte nel derby? Non ci pensiamo se non nella misura in cui vogliamo e dobbiamo metterci impegno per cambiare trend».  

Con l’ultimo innesto di Gallo potrebbe profilarsi anche qualche variazione tattica: «Non escludo che in futuro – immediato o prossimo – possa esserci qualche cambiamento, ma vorrei fosse chiaro un concetto. La disposizione in campo è solo tale: l’interpretazione e la voglia fanno la differenza e quelle passano per il lavoro settimanale sul campo. Ci saranno partite in cui, in base anche alle condizioni fisiche dei ragazzi, si potrà poi pensare anche ad una disposizione diversa. Gallo? Un calciatore che completa per caratteristiche una mediana che annovera diverse qualità e peculiarità. Ci porta frequenza e cambio di passo nel breve. Lo abbiamo seguito lo scorso anno e questo mi agevola un po’, essendo reduce da un’esperienza in cui ha applicato un’idea di calcio che rispecchia la mia. Ha già una condizione accettabile e, perché no, è utilizzabile sia in un centrocampo a due che a tre».

Cresce, intanto, la condizione di Maniero: «Possibile un suo impiego anche dal primo minuto, ci stiamo pensando».

Su Frascatore e Di Nunzio: «Entrambi esperti e tra loro simili per struttura. Frascatore è forse più duttile ma entrambi garantiscono estrema affidabilità. Insomma, l’uno non esclude l’altro».

Col derby alle porte, scatta intanto – da questo pomeriggio – la prevendita in vista del turno infrasettimanale in programma mercoledì al Liguori contro il Taranto. «I tagliandi per i settori riservati al pubblico di casa sono disponibili, on-line e presso i punti abilitati del circuito Etes. I botteghini dello stadio Liguori (lato tribuna) saranno aperti, invece, nella sola serata di mercoledì 14 settembre a partire dalle 19».

Resterà invece chiuso il settore ospiti, visto lo sbarramento imposto con l’ultima determinazione dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive: «Pertanto, ad avvenuta ratifica dell’assenza della tifoseria del Taranto e ferma restando la possibilità di accedere da via Cimaglia, mercoledì sera il pubblico di casa potrà raggiungere lo stadio Liguori anche da viale Ungheria (varco solo pedonale).

© RIPRODUZIONE RISERVATA