La Paganese impatta col Teramo
Altro 0-0, gli azzurri durano 45'

Domenica 1 Marzo 2020 di Danilo Sorrentino
Erra aveva chiesto una reazione dopo la deludente prestazione nel derby contro l'Avellino e la ottiene solamente nel primo tempo dove gli azzurrostellati costruiscono qualche occasione pericolosa nei primi dieci minuti del match costringendo Tomei agli straordinari. Poi il Teramo conquista campo e costringe la Paganese a tirare i remi in barca e pensare prima a non prenderle come sta accadendo in questo 2020.
Avvio di marca azzurrostellata con Diop che ha una nitida palla gol, bravo Tomei a respingere con la mano di richiamo. Ci prova poi Perri che raccoglie una palla vagante al limite. In chiusura di primo tempo si fanno vedere gli ospiti, prima Ilari raccoglie una punizione di Arrigoni che mette in difficoltà Baiocco poi Piacentini sugli sviluppi del successivo corner di testa manda alto sopra la traversa. Alla mezz'ora proteste da parte degli azzurrostellati: Cancellotti stende Scarpa al limite dell'area, l'arbitro estrae il cartellino giallo, ma i padroni di casa avrebbero voluto l'espulsione del difensore abruzzese.

Nel secondo tempo gli azzurrostellati subiscono la freschezza degli avversari che appaiono più intraprendenti grazie anche all'ingresso di Mungo che da più vivacità alla manovra dei suoi. Il Teramo insiste con il possesso palla senza però creare grossi grattacapi a Baiocco, anzi è Schiavino a sfiorare un clamoroso autogol deviando in corner un cross di Cancellotti. Erra cerca di cambiare le carte in tavola inserendo anche Calil per Bonavolontà facendo indietreggiare il raggio d'azione a Scarpa. Al 70' ancora proteste per gli uomini della Paganese che reclamano per un presunto tocco di mano da parte di Soprano in area di rigore. Non accade più nulla fino all'espulsione di Schiavino per un brutto fallo da dietro ai danni di Birligea. © RIPRODUZIONE RISERVATA