La Paganese ritrova Diop,
sarà titolare a Bisceglie

Sabato 23 Novembre 2019 di Danilo Sorrentino
I risultati dicono che questo attuale è il momento peggiore per la Paganese, dall'inizio del campionato ad oggi. Lo si sapeva che sarebbe potuto corrispondere a questo determinato periodo dell'anno, visto un calendario abbastanza complicato per gli azzurrostellati. Dal derby con l'Avellino in poi, la Paganese si è trovata ad affrontare quasi tutte formazioni che vanno per la maggiore e che stazionano nella parte sinistra della classifica. Alla vigilia c'è la gara sulla carta più abbordabile di questa serie complicatissima, quella col Bisceglie. La Paganese deve sfruttare questa occasione per fare punti e spostarsi dalla zona rossa, ora tornata vicina. E poi deve sfatare un tabù trasferta che comincia a diventare fastidioso, non solo per i risultati, quanto per le prestazioni. Perchè le peggiori gare quest'anno gli azzurrostellati le hanno disputate in casa di Cavese e Picerno, cioè due formazioni che la inseguivano in classifica, e hanno fatto punti solo a Lentini e Rieti, contro due compagini piene di problemi che comunque hanno messo in difficoltà i ragazzi di Erra.

«Siamo in crisi di risultati, ma non di prestazioni. Perciò sono preoccupato il giusto, non ero tranquillo nemmeno quando le cose andavano bene», ha detto l'allenatore azzurrostellato prima della partenza per Bisceglie. «Abbiamo bisogno di un risultato positivo, sarà una gara ricca di insidie, affrontiamo una squadra arrabbiata, su un campo difficile». 

Bisognerà ritrovare l'attacco, in termini realizzativi, ma basterebbe anche in termini di minutaggio. Diop, fermato da una sciatalgia prima della gara col Bari, è tornato in gruppo da giovedì e, salvo sorprese, sarà titolare. Resta da assegnare la maglia come suo partner. Le gerarchie dicono Alberti, che però è entrato in un tunnel da cui stenta ad uscire, ragion per cui Erra potrebbe decidere di affidarsi ancora al baby Guadagni, per il quale ha speso parole d'elogio anche in conferenza. Calil resta ai box, idem Dramè la cui lesione al polpaccio non si è ancora rimarginata; si è fermato pure Lidin, non convocato a causa di un risentimento al tendine del flessore della gamba destra. Altro ballottaggio è a destra fra Mattia e Carotenuto, col primo che potrebbe nuovamente giocare dal 1'. Poi sarà la solita Paganese. © RIPRODUZIONE RISERVATA