La Paganese è per lo stop al campionato:
«Non possiamo adeguarci al protocollo»

Lunedì 4 Maggio 2020 di Danilo Sorrentino
La Serie C viaggia sempre più verso la chiusura anticipata del campionato. Giovedì ci sarà un'assemblea di Lega con le società che dovrebbero dare seguito alla proposta partorita dal Consiglio Direttivo di qualche giorno fa. Intanto, il coro sembra essere unanime fra i presidenti. Il patron della Paganese, Raffaele Trapani, appartiene alla folta schiera che vorrebbe chiudere qui la stagione. "Noi siamo per la fine del campionato anticipato - ha raccontato a Paganesemania - ma perchè non siamo in grado di adeguarci al protocollo richiesto. Se non si torna ad un minimo di normalità è impensabile tornare a giocare. Già un mese fa facemmo sanificare il Marcello Torre ma non basta, perchè i calciatori anche se si allenano in un ambiente sano poi vanno via e non sai chi frequentano. E' ingestibile una trasferta, un ritiro, è tutto maledettamente complicato, oltre all'aspetto economico e qui si apre un altro discorso".

Un problema non di poco conto, anche perchè diverse società rischiano di finire nel baratro dopo l'emergenza Coronavirus, sebbene i parametri per l'iscrizione al prossimo campionato potrebbero essere meno rigorosi degli altri anni. Il pensiero al futuro, però, è minimo: "Viviamo nel presente. Se non sappiamo come si evolverà questa stagione, non possiamo parlare di futuro. E' decisivo il fine settimana per avere novità e capire come chiudere questa stagione e programmare la prossima". © RIPRODUZIONE RISERVATA