La Paganese vuole aprire le porte:
azzurri a secco da oltre 300 minuti

Venerdì 6 Marzo 2020 di Danilo Sorrentino

Sembra che quando mercoledì sera il Governo abbia disposto la disputa di tutte le competizioni sportive a porte chiuse, uno dei più contenti fosse Alessandro Erra. E non perchè al tecnico salernitano non piace la presenza del pubblico, ma perchè così si può camuffare meglio il fatto che la Paganese gioca a porte chiuse ormai dall'inizio dell'anno solare. In tutti i sensi, perchè non segna e non fa segnare. Il dato che più balza all'occhio è certamente quello dei gol fatti, perchè improvvisamente, dalle festività natalizie in poi, la Paganese si è ritrovata dall'essere il terzo attacco del campionato per reti realizzate al diventare il peggior reparto avanzato del girone di ritorno. Di contro, la squadra di Alessandro Erra gioca anche con la porta chiusa e non trova sbarrata solo quella avversaria. Se nel girone d'andata l'unico clean sheet a referto per Paolo Baiocco era stato quello col Monopoli alla seconda giornata, al ritorno la Paganese ha tenuto la porta inviolata in sei occasioni: il successo di misura al Veneziani e i cinque pari ad occhiali (di cui quattro in casa) con Sicula Leonzio, Viterbese, Rende, Cavese e Teramo. 

Una squadra, quindi, che incarna al meglio il personaggio stevensioniano: l'affabile dottor Jekill, che si trasformava nel crudele Mr. Hyde. Equilibrio che sta sempre nel mezzo, equilibrio che ancora sta cercando la formazione di Erra che comunque - in termini di punti - non è così distante dal girone d'andata (11 di ora contro i 15 del girone scorso). La trasferta di domani a Vibo Valentia sarà interessante anche per questo motivo, contro una squadra che vanta uno dei migliori attacchi del campionato, sebbene non possa contare sullo squalificato Emmausso, autore di otto reti quest'anno.

Anche la Paganese ha tre assenti e soprattutto a centrocampo sarà emergenza per l'allenatore salernitano. Oltre a Caccetta, che era diffidato ed è stato ammonito con il Teramo, mancherà pure Gaeta per un fastidio all'anca. Accanto al rientrante Capece, quindi, dovrebbero agire Bramati o Bonavolontà. Resta da capire poi quale sarà il modulo: ritorno alla difesa a tre o prosieguo sulla strada dei quattro difensori e Scarpa trequartista? Probabilmente Erra schiererà i suoi col 3-5-2, nonostante l'assenza di Schiavino in difesa per squalifica. In attacco non si toccano Diop e Guadagni. Rientra Dramè, ma solo per la panchina.

Ultimo aggiornamento: 16:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA