Lega Pro, nuova proposta alla Figc:
cristallizzazione delle classifiche poi spareggi

Mercoledì 27 Maggio 2020 di Danilo Sorrentino
La Lega Pro è pronta ad avanzare una nuova proposta al Consiglio Federale della Figc, dopo la bocciatura della richiesta di sospendere definitivamente il campionato, promuovere d'ufficio quattro squadre (le prime tre dei gironi più il Carpi per media punti) e bloccare le retrocessioni in D. Quanto stabilito dall'organo federale, circa la ripresa del campionato di Serie C, al momento appare impossibile, così la governance della terza serie sta pensando di attuare un piano B che potrebbe trovare l'avallo della Figc. Nel tardo pomeriggio di ieri, si è riunito il Consiglio Direttivo che ha varato una nuova proposta da sottoporre al Consiglio Federale, in modo tale da evitare la ripresa massiva di tutti e 60 i club. In merito alle promozioni in B, il Direttivo ha proposto il salto delle prime in classifica dei tre gironi (Monza, Vicenza e Reggina), mentre la quarta promossa sarà decisa attraverso i playoff che saranno giocati su base volontaria e facoltativa. Significa che le 28 squadre aventi diritto dovranno scegliere se parteciparvi o meno , ovviamente in relazione al rapporto costi-benefici che implicherebbe la ripresa degli allenamenti e la disputa degli spareggi. Le modalità sarebbero poi definite una volta conosciuto il numero delle partecipanti.

Uno dei punti più controversi è quello relativo alle retrocessioni. Assodato che alla Figc - e in particolar modo alla Lnd - non è andata giù la proposta di bloccarle, il Consiglio Direttivo ha proposto la retrocessione diretta delle ultime tre dei rispettivi gironi (Gozzano, Rimini e Rieti) e la disputa dei playout come da regolamento (16vs19 e 17vs18). Per questa ragione, nel girone C non si disputerebbero gli spareggi in quanto il distacco che Rende e Bisceglie hanno maturato rispettivamente da Picerno e Sicula Leonzio è superiore agli otto punti, pertanto sarebbero retrocesse direttamente. Su questo aspetto, i club coinvolti nella parte bassa della classifica sono insorti e hanno già annunciato battaglia. Tale proposta, comunque, dovrà ricevere l'avallo di una nuova Assemblea dei club e poi sottoposta al Consiglio Federale della Figc.

Se dovesse terminare così il campionato, con la cristallizzazione delle classifiche, l'unica campana a proseguire la propria stagione sarebbe l'Avellino, decimo in graduatoria e quindi in posizione utile per la disputa dei playoff. Fuori dagli spareggi, sia promozione che retrocessione, invece Casertana, Cavese e Paganese.  © RIPRODUZIONE RISERVATA