Avellino, assalto a Maniero:
Di Somma offre un biennale

Venerdì 11 Settembre 2020 di Marco Ingino
Potesse parlare sarebbe interessante chiedere a Piero Braglia se in questa fase si sente come Oronzo Canà quando, nella scena del calciomercato inserita all'interno de L'allenatore nel pallone, passava facilmente dall'illusione per obiettivi che vedeva vicini alla delusione per il mancato acquisto. Siparietto cult davvero comico, girato nel 1984, che in casa Avellino sta diventando di grande attualità anche se dietro le scrivanie del club irpino si continua a predicare calma e ci si prepara ad annunciare ufficialmente Agostino Rizzo (21) e Santo D'Angelo (25) che ieri sera sono arrivati al Partenio-Lombardi. L'esterno destro e il centrocampista saranno numericamente importanti per incrementare il gruppo in cui mancano palesemente big in grado di dare sostanza in mediana e in attacco. Fotografia sotto gli occhi di tutti e dello stesso Braglia che continua a sperare di registrare una svolta in un mercato dove l'Avellino sta girando, in maniera pericolosa, a fari spenti quando mancano appena 12 giorni all'esordio ufficiale in Coppa Italia. Anche per questa ragione tra i tifosi sta serpeggiando una strisciante preoccupazione che cozza con la strategia dell'attesa annunciata da Salvatore Di Somma. Una tattica che alla fine potrebbe pure portare a acquisti importanti ma che nel frattempo sta rischiando di far svanire altri obiettivi dopo quelli di Corazza, Caturano, Castaldo e Scognamillo, giusto per citare i casi più eclatanti.

L'ultimo in ordine di tempo potrebbe essere Emanuele Santaniello, attaccante di 30 anni di un Picerno che da stasera potrebbe ritrovarsi nuovamente in serie D per la sentenza di secondo grado sulla presunta combine con il Bitonto. In tal caso il calciatore sarebbe libero di accasarsi altrove ma l'Avellino, esattamente come da copione registrato nelle precedenti trattative, si trova da ieri a dover fronteggiare la concorrenza della Reggiana spuntata un po' a sorpresa. La squadra emiliana, oltre a pareggiare l'offerta dei lupi, ha il vantaggio di mettere sul tavolo l'appeal della serie B appena conquistata. Un pensiero in più per Di Somma che riteneva di averlo ormai in pugno. Come se non bastasse, mentre ieri Flavio Bianchi è andato addirittura in gol con il Genoa contro la Carrarese (2-1) impressionando non poco Maran, Jacopo Murano, 30enne del Potenza che non ha rinnovato con i lucani ma il presidente Caiata vuole lo stesso trattenere, ha ricevuto l'offerta di un biennale da parte del Perugia. Quanto basta per scuotere dal torpore Di Somma che si è deciso a passare all'attacco per Riccardo Maniero, bomber di razza che si avvia verso i 33 anni fresco di svincolo dal Pescara. All'ariete, in ritiro a Mugnano di Napoli con l'Equipe Campania, è stata fatta un'offerta di biennale attraverso il suo agente Vincenzo Pisacane. L'Avellino, all'attaccante che vorrebbe tergiversare in attesa di una proposta dalla serie B, ha chiesto di avere una risposta a breve. Freneticamente si sta intanto provando a convincere il portiere Federico Brancolini (01) della Fiorentina ad accettare di mettersi in competizione con Francesco Forte ma l'estremo difensore della nazionale Under 19 appare più propenso a garantirsi un posto sicuro nella vicina Arezzo. È invece tentato dall'avventura in Irpinia Salvatore Aloi, mediano di 24 anni in uscita dal Trapani sul quale si sono accesi anche i riflettori dell'Olbia. Tra Aloi, Alessandro Di Paolantonio, che si sta allenando da solo nella villa comunale di Teramo, Mirko Bruccini, che ieri ha nuovamente rifiutato il rinnovo a Cosenza e Domenico Mungo, per il quale però il ds Federico sostiene di non sentire Di Somma da giorni, uscirà quasi certamente il nome del centrocampista over da piazzare nella zona nevralgica del campo. Non è un big e nemmeno un under buono per la valorizzazione, invece, Mohamed Rayane Bahlouli, centrocampista di 20 anni franco algerino che può giocare sia da ala sinistra che da trequartista. Ieri sera Di Somma lo ha nuovamente chiesto alla Sampdoria.

Capitolo Parisi. In mattinata Sky ha dato per concluso il passaggio del serinese all'Empoli per 400mila euro più bonus ma in realtà tra Mario Giuffredi e Angelo D'Agostino è stato tutto rinviato alla prossima settimana. L'intenzione dell'agente resta quella di portarlo via da una categoria dove ha solo Parisi come assistito. L'idea dell'Avellino è quella di tentare di conservarlo per un altro anno arrivando persino ad ipotizzare una vendita anticipata con annesso un prestito immediato. Dovesse andare via, Di Somma virerebbe su Fabio Tito, 27enne svincolato dalla Viterbese anche se Braglia, proprio ieri sera, si è informato personalmente sull'uruguaiano Juan Manuel Ramos, esterno di 24 anni che lascerà lo Spezia e che conosce per averlo avuto a Cosenza. © RIPRODUZIONE RISERVATA