Messina-Turris 0-1, Gallo regala la prima vittoria a Di Michele

I corallini ritrovano la vittoria che mancava dal 9 ottobre

David Di Michele festeggia la prima vittoria
David Di Michele festeggia la prima vittoria
di Raffaella Ascione
Domenica 27 Novembre 2022, 18:24 - Ultimo agg. 18:31
3 Minuti di Lettura

Arriva al San Filippo-Scoglio la prima vittoria della Turris targata David Di Michele. Una vittoria legittimata da una ripresa a tinte interamente coralline, a fronte di un primo tempo tutto sommato avaro d’emozioni. Tre punti che valgono oro, per il morale prima ancora che per la classifica. E dire che le premesse erano tutt’altro che incoraggianti, viste le defezioni di Haoudi (panchina per lui), Di Nunzio, Taugourdeau, Santaniello e Maniero (tutti in tribuna). 

Nel 4-3-3 di mister Di Michele le novità – rispetto all’ultimo match contro il Pescara – riguardano la linea mediana, composta da Ardizzone, Gallo e Acquadro.

Emozioni col contagocce nella prima frazione di gioco, complice anche un terreno di gioco ai limiti della praticabilità. Messina propositivo ma parecchio impreciso; di contro, una Turris attendista e ben accorta. Solo due potenziali occasioni da registrare nei primi quarantacinque minuti di gioco, entrambe di marca corallina: la prima targata Leonetti (imbeccato da Acquadro), la seconda confezionata lungo l’asse Leonetti-Giannone. 

Tutt’altra storia nella ripresa. È la Turris a far la partita, sin dalle battute iniziali. E la mossa iniziale di mister Di Michele – dentro Ercolano e Vitiello per Ardizzone e Vitiello – imprime una significativa svolta al match. Cinque minuti e Longo colpisce il palo esterno sugli sviluppi di un corner; ancora Longo qualche minuto più tardi, stavolta con un’inzuccata che chiama Daga alla decisiva smanacciata in corner. Al 20’ ci prova Ercolano, che preferisce la soluzione personale all’assist per Leonetti: sfera sul fondo. Messina in dieci dal minuto 29: Mallamo intercetta con la mano una punizione di Frascatore e rimedia il secondo giallo. Sul susseguente calcio piazzato va Leonetti: magistrale la sua pennellata, su cui Daga si salva con la complicità dell’incrocio dei pali; l'estremo difensore peloritano, però, nulla può – poi – sul tap-in di Gallo, che si fionda sulla sfera e insacca il pallone che vale tre punti. Auteri prova a riprendere il match con gli innesti di Curiale e Marino, in campo a rilevare Balde e Grillo; nella Turris tocca a Stampete per Longo. La reazione del Messina sta tutta nella debole conclusione di Iannone, arpionata con sicurezza da Perina.

Finisce con i corallini che esultano al San Filippo-Scoglio per un vittoria che mancava dal 9 ottobre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA