Monopoli-Paganese 1-0 di rigore,
è la quarta sconfitta consecutiva

Domenica 28 Novembre 2021 di Michele Damato
Monopoli-Paganese 1-0 di rigore, è la quarta sconfitta consecutiva

La Paganese incappa nella quarta sconfitta consecutiva e senza trovare gol da più di 360 minuti; numeri impietosi per una squadra falcidiata dalle assenze. A decidere è un calcio di rigore trasformato da Mercadante che regala ai suoi il settimo risultato utile consecutivo. Ma quanto rammarico per gli azzurrostellati...

Grassadonia deve fare la conta dei numerosi indisponibili a cui si aggiunge lo squalificato Tissone; ma recupera Sbampato a cui affida il centro della difesa con Firenze che si accomoda in panchina. Schieramento speculare per il Monopoli che si affida al tandem da dodici reti stagionali Starita-Grandolfo. I padroni di casa partono con il piede sull'acceleratore e danno il primo squillo a quest'incontro con Starita che si libera della debole marcatura di Zanini e scarica un destro potente sul quale si distende con i pugni Baiocco, sulla ribattuta è ancora l'ex Casertana a colpire di testa ma viene neutralizzato dall'estremo difensore della Paganese. Si combatte su ogni pallone ma si gioca prevalentemente nella metà campo degli ospiti con gli uomini di Grassadonia che provano ad imbastire dei contropiedi senza effetto. Viteritti e Guiebre premono con insistenza e proprio quest'ultimo prova con un siluro di sinistro che si perde di poco a lato. La Paganese ha un'unica vera occasione nel primo tempo con Piovaccari che sfrutta la sponda di Guadagni ma cicca la conclusione.

Dagli spogliatoi i liguorini escono con uno sguardo diverso e lo si capisce da Guadagni che tenta di sorprendere fin dal calcio d'inizio Loria battendo direttamente verso la porta. La Paganese alza il pressing per disturbare la manovra avversaria e cerca con insistenza la fascia sinistra dalla quale scaturiscono i maggiori pericoli. L'intensità cresce così come gli scambi tra Piovaccari e Guadagni i quali costruiscono un'altra azione interessante con quest'ultimo che di destro impensierisce Loria. Colombo aggiusta lo schieramento dei suoi inserendo un altro attaccante, passando al 3-4-3. I difensori azzurrostellati tengono bene la linea fino a cinque minuti dalla fine, quando Zanini è troppo irruento e frana sulla linea di corsa di Guiebre: è rigore, che Mercadante trasforma. Gli animi si surriscaldano, Grassadonia tenta la mossa della disperazione inserendo Firenze; ma i liguorini perdono la testa restando in nove. È prima Manarelli a lasciare anzitempo il terreno di gioco e poi Zito che interviene in ritardo come segno di frustrazione ai danni di Hamlili. Il match termina tra le proteste degli azzurrostellati con Grassadonia che recrimina con il fischietto siciliano. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA