Juve Stabia, Marotta è il "cecchino"
dei record, col Catanzaro nel mirino

Martedì 20 Aprile 2021 di Gaetano D'Onofrio
Juve Stabia, Marotta è il "cecchino" dei record, col Catanzaro nel mirino

Ormai è nella storia della Juve Stabia. Nove gol consecutivi nelle ultime sei partite gli hanno consentito di eguagliare il record di Marcello Prima, attaccante stabiese che nel torneo 1985/86 fu addirittura ospite della Domenica Sportiva per le nove reti di fila messe a segno in otto giornate del campionato di serie C2 (su di lui aveva posato addirittura gli occhi l’Inter). “El Diablo” si gode il momento e ringrazia la squadra: “Sono venuto alla Juve Stabia per far bene, per dare il mio apporto al campionato della squadra, cercando di migliorare la classifica e disputare al meglio i play-off. I miei gol? Devo ringraziare la squadra, i compagni, lo staff tecnico, per la fiducia, per l’abnegazione che si mette in settimana. Il merito di questi successi è di tutti”. Una piccola stilettata, da leader incontrastato qual è ormai, Marotta non la risparmia: “A Potenza abbiamo vinto anche grazie al rigore parato da Farroni, a Caserta abbiamo rischiato di farci recuperare. Dobbiamo essere più attenti, e cercare di chiudere prima le partite. Voglio una Juve Sabia di veri “killer” per chiudere bene il campionato”. Domani il recupero col Catanzaro, col sogno nel cassetto di mettere nel mirino il quarto posto, occupato ora da Bari di De Laurentiis che, in caso di successo, sarebbe solo a due lunghezze: “Giocheremo contro un avversario molto forte – conclude Marotta -, ma la vittoria di domenica scorsa ci darà morale e slancio per cercare un altro successo da aggiungere a quelli di queste settimane”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA