Padalino carica il derby: «Con l'Avellino
​serve la migliore Juve Stabia»

Venerdì 12 Febbraio 2021 di Gaetano D'Onofrio
Padalino carica il derby: «Con l'Avellino serve la migliore Juve Stabia»

L’Avellino, domani al Menti, poi la Cavese, al “Lamberti”, martedì. La Juve Stabia cerca conferme nei due derby consecutivi in calendario dopo il trittico con Vibonese, Catania e Francavilla che ha rilanciato la squadra di Padalino fuori dalla crisi in cui era incappata a metà gennaio: “Guardiamo una gara per volta – ribadisce l’allenatore alla vigilia della sfida con il grande ex, Piero Braglia -. E’ E’ un test probante per molti aspetti, ma credo che non sia la prova decisiva per noi, perché veniamo da un discreto momento, ed incontriamo una squadra che viene da periodo molto positivo, anche più lungo del nostro”. Un Avellino che arriva al Menti forse nel suo momento migliore: “E’ una squadra che a questo punto ha ormai consolidato il suo di fare calcio ed affrontare le avversarie. Una squadra compatta, che sa palleggiare e sa sfruttare gli attaccanti, ma anche gli esterni di centrocampo, che ha dalla sua un morale alto. Ma un derby è sempre gara dalle tante insidie”. La Juve Stabia vuole confermarsi e migliorare ancora: “Credo che ci siano ancora margini di crescita per noi, non possiamo certo fare un passo indietro e vedere gli altri allontanarsi ulteriormente. Tre partite fa si viveva una situazione di pesantezza, e sappiamo che le prestazioni ed i risultati contano parecchio, per cui vogliamo avere la serenità che ci può dare un filotto positivo, cercando nel derby con una prova di carattere prima di tutto”.
Avellino tra le candidate al salto di categoria: “E’ una di quelle squadre che partivano coi favori del pronostico per ambire ai vertici. C’era anche arrivato, frenato poi da problematiche che hanno avuto un po’ tutti. Nelle ultime settimane ha conquistato tredici punti meritati, da parte nostra servirà un’attenzione super, bisognerà mantenere sempre alta la concentrazione con la voglia di essere in gara, di non perdere un duello, di arrivare in fondo”. Fantacci ed Orlando dietro la punta Marotta potrebbe essere un’alternativa: “Stiamo verificando la condizione di tutti, abbiamo varie ipotesi al vaglio”. Il mercato, è innegabile, ha restituito un’altra Juve Stabia: “Ad un certo punto del torneo di tirano le somme, si fa autocritica per quelli che sono stati i momenti positivi e negativi per cercare cosa si può migliorare, cosa va mantenuto. I ragazzi hanno capito che nel girone di andata è sempre mancato il cinismo, la cattiveria e la voglia di arrivare in fondo. Ora si respira un’aria diversa, ci sono calciatori venuti con la voglia di essere protagonisti, sono cambiate tante cose, siamo tutti uniti per cercare di arrivare ad un obiettivo che avevamo sempre detto. Provando magari ad avere la migliore posizione possibile nella lotteria play-off”.
Un derby senza tifosi, il rammarico maggiore: “Una gara che paga sicuramente l’assenza dei tifosi – conclude Padalino -, che in gare così sentite ti trasmettono la voglia di essere protagonisti per arrivare ad un risultato positivo. Ma le motivazioni in campo, ne sono certo, non mancheranno comunque”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA