Paganese a caccia di continuità,
Erra: «Teramo forte, vogliamo provarci»

Venerdì 30 Ottobre 2020 di Danilo Sorrentino

Domenica sera, dopo la bella e convincente vittoria nel derby con la Turris, la domanda più ricorrente è stata: "Sarà la vittoria della svolta?". Lo si saprà domani e nelle prossime sfide: è ora che la Paganese è chiamata a dare una (prima) svolta ad una stagione iniziata col freno a mano tirato. Quello di domani pomeriggio è già un bel banco di prova, perchè al Torre arriva una formazione quadrata, di qualità e che - di contro - ha cominciato il campionato con entusiasmo e facendo risultati. Un Teramo che è insieme alle big e ha la miglior difesa di tutta la Serie C: due gol incassati, meglio fra i professionisti ha fatto solo il Cittadella con una rete subita ma meno gare giocate. E a maggior ragione la sfida sarà intrigante, se si conta che la Paganese non va a segno in casa da quattro gare e mezza. 405' di astinenza cominciati proprio col Teramo prima del lockdown.

Gli abruzzesi sono temuti dal tecnico azzurrostellato: «Arriviamo con spirito positivo, animo battagliero da mettere sul campo. Un altro confronto che ci pone di fronte una squadra forte, vogliamo vedere miglioramenti delle ultime due partite, la squadra si è ricompattata dopo Vibo e significa che i valori sono importanti. Il Teramo è già una grande, siamo all'inizio però è una squadra già rodata, ha cambiato poco rispetto all'anno scorso e ha grossa qualità. Solida, subito la quadratura, complimenti a Paci. Noi vogliamo provarci, perchè vogliamo dare una svolta mentale al nostro cammino partito con qualche incidente di troppo e ritrovare la strada maestra».

Mentalmente la formazione azzurrostellata sta meglio di una settimana fa ed anche lo stesso Alessandro Erra è uscito dalla tripla sfida in sette giorni con maggiori certezze. Due gli verrano meno domani, perchè sono costretti ad alzare bandiera bianca Alessio Benedetti ed Edoardo Sbampato. Il centrocampista ha avuto un infortunio muscolare nel finale del match del Liguori, mentre il difensore ha riportato una lesione al timpano sinistro post-traumatica nel corso del derby e non sarà della sfida. In difesa, quindi, spazio a Sirignano al centro con Schiavino e Cigagna ai suoi lati. In mediana, invece, tornerà Bonavolontà in cabina di regia, con l'intero reparto che sarà confermato. In attacco potrebbero partire nuovamente dal 1' Diop e Guadagni, anche se non è da escludere un ritorno da titolare di Mendicino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA