Paganese, da sciogliere il rebus porta
Baiocco vuol giocare titolare

Venerdì 31 Luglio 2020 di Danilo Sorrentino
Resta "avanzata", esattamente come l'aveva definita il ds Guglielmo Accardi, la trattativa fra la Paganese e il portiere Paolo Baiocco per la permanenza in azzurrostellato. Ma non ci sono stati nè frenate nè accelerate. L'intenzione, sin dal principio, della società era quella di confermare l'estremo difensore romano, che è stato uno degli elementi migliori della passata stagione. Nei giorni scorsi, Baiocco è stato in sede e ha avuto un confronto con la dirigenza, la cui fumata è rimasta grigia. La proposta del club di via Filettine è quella di rinnovare il contratto all'ex numero uno di Matera e Fondi per due anni, con scadenza quindi fino al 2022, a cifre simili a quelle dello scorso campionato. Tuttavia, nell'immaginario della Paganese c'è anche la crescita e la valorizzazione di Matteo Campani, già quest'anno vice di Baiocco. La società, infatti, sta lavorando col Sassuolo, proprietaria del cartellino del classe 2000, per un rinnovo del prestito. Quindi, almeno inizialmente, le gerarchie non sarebbero ben definite (in realtà anche un'estate fa non lo erano), anche se poi le scelte tecniche spetteranno comunque - come giusto che sia - all'allenatore Alessandro Erra. Tale strategia dipenderà anche dalla decisione sugli under che sarà presa nel corso dell'Assemblea dei club in programma oggi. 

Dal canto suo Baiocco, che prima dell'esperienza alla Paganese era reduce da due annate sfortunate (0 presenze in B fra Livorno e Pescara) e che si è rilanciato proprio sotto la guida di Alessandro Erra, che ne ha caldeggiato la permanenza con la società, vorrebbe giocare con regolarità. Per questo motivo, e anche per questioni personali, il 31enne romano, che sta trascorrendo un periodo di vacanza con la compagna, si è preso qualche giorno di tempo per valutare la proposta della Paganese. © RIPRODUZIONE RISERVATA