Paganese in emergenza per il Bari,
ma Erra si fida dei presenti

Venerdì 4 Dicembre 2020 di Danilo Sorrentino

Per la Paganese è emergenza contro il Bari. Saranno quattro gli assenti per la sfida con i galletti: ancheranno due difensori titolari (Sbampato e Sirignano), il centrocampista Gaeta oltre al lungodegente Bonavolontà: c'è abbondanza solo in attacco: "Le assenze ci sono e sono pesanti, ma un allenatore ha il dovere di focalizzarsi sui presenti: con quello che avremo cercheremo di mettere in campo una squadra he abbia coraggio, orgoglio e determinazione. Chi sarà a disposizione so che darà il massimo". Formazione quasi obbligata per l'allenatore azzurrostellato, che schiererà nel trio difensivo, con Schiavino e Cigagna, il jolly Mattia. In mediana rientra Bonavolontà dalla squalifica e sarà lui il play, con Onescu e Scarpa, autore di una prova super al Menti, ai suoi lati. In avanti si va verso la conferma del tandem d'attacco Diop-Mendicino, che ha fornito buone risposte nel derby con la Juve Stabia.

Contro il Bari il margine di errore è ridotto al lumicino e Alessandro Erra, nella conferenza pre-gara, ha dettato le linee guida che dovrà seguire la sua squadra per mettere in difficoltà la formazione di Auteri: "C'è bisogno di un atteggiamento propositivo, ma allo stesso tempo andare alla ricerca dell'equilibrio per avere la meglio di un avversario fortissimo, di esperienza e qualità, che lotta per un obiettivo completamente diverso dal nostro. Dobbiamo saper interpretare e leggere le varie fasi che la partita richiederà e disputare una partita di grande compattezza ed intelligenza. Giocheremo per fare risultato - afferma l'allenatore azzurrostellato - perchè è vero che affrontiamo un Bari qualitativamente forte, ma è anche vero che dobbiamo guardare a noi. Già abbiamo gettato al vento tante occasioni per colpa nostra, dobbiamo sfruttare quello che loro ci concederanno. Dovremo sbagliare il meno possibile, perchè hanno giocatori di grande valore".

© RIPRODUZIONE RISERVATA