Paganese, Erra sconsolato:
«Sempre gli stessi regali»

Lunedì 11 Gennaio 2021 di Danilo Sorrentino

La Paganese ha iniziato l'anno così come aveva terminato quello scorso, ossia in vena di regali. Dopo i due ko nel giro di tre giorni contro Monopoli e Foggia, è arrivata la sconfitta anche al Viviani di Potenza nel primo match del 2021. Si allunga così a quattro la striscia di sconfitte di fila per gli azzurrostellati (tre punti nelle ultime otto), che sprofondano al penultimo posto solitario. Contro i rossoblù dell'ex Eziolino Capuano, a decidere la partita è stata la rete di Manuel Ricci in apertura, sfruttando un errore di Squillace: "Abbiamo perso perchè abbiamo fatto un regalo natalizio al Potenza. Visto che Natale è passato da un po' - ha detto il tecnico azzurrostellato Alessandro Erra - è una cosa che non va bene. Non dobbiamo gettare la croce addosso a nessuno, fa rabbia perchè è assurdo voler dribblare l'avversario in area di rigore di spalle, sono episodi che ci pesano e ci portiamo dietro da tempo".

Va bene l'errore di Squillace, però poi nei minuti successivi la Paganese non è riuscita a reagire: "Se in uno scontro diretto del genere si rompe l'equilibrio nel modo che abbiamo visto, è difficile poi rialzare la testa. All'inizio abbiamo accusato la batosta, nel secondo tempo abbiamo fatto meglio. La squadra è stata bene in campo, con personalità fino alla fine, abbiamo avuto anche qualche occasione per pareggiare e non abbiamo subito tiri in porta".

In effetti la Paganese nel secondo tempo ha cercato di rientrare in partita, senza però mai impensierire più di tanto Marcone se non con un tiro fiacco di Mendicino. I problemi sono sempre gli stessi, i rinforzi sul mercato non arrivano per il momento ed Erra fa rimbalzare la palla verso la società: "Non parlo del mercato, perchè non compete a me".

© RIPRODUZIONE RISERVATA