Paganese, firma il terzino Squillace
Calendario: esordio a Catania

Mercoledì 16 Settembre 2020 di Danilo Sorrentino
Mentre la squadra lavora a Polla in ritiro, la dirigenza della Paganese è all'opera per dare ad Erra una buona percentuale di rosa già completa all'avvio del campionato, fra dieci giorni. Ed una delle caselle da riempire era quella del terzino sinistro, con Perri che resta in uscita (lo vuole il Pordenone). E' stato quindi ingaggiato, nella giornata odierna, l'esperto terzino Tommaso Squillace, che ha firmato un contratto fino a giugno 2021 con la Paaganese. Il 31enne calabrese era finito già in passato nel mirino degli azzurrostellati, col beneplacito del tecnico Alessandro Erra che l'aveva avuto a Catanzaro nella stagione 2015/2016. Con l'allenatore salernitano, Squillace si espresse al meglio (realizzando sei assist) anche per la sua duttilità, potendo giocare anche nel terzetto di difesa come centrale mancino. Il classe '89, 250 presenze in C, da gennaio dello scorso anno era al Picerno e coi lucani aveva anche iniziato la preparazione estiva, prima che questi venissero esclusi dal campionato per l'ormai nota vicenda giudiziaria. 

Oggi intanto la Lega Pro ha stilato il calendario per la prossima stagione, che inizierà il 27 settembre. Avvio affascinante, ma in salita per la Paganese che avrà subito tre crash-test di rilievo. Esordio in trasferta a Catania, mentre la prima in casa sarà con la Ternana il 4 ottobre. Subito dopo azzurrostellati attesi al Ceravolo di Catanzaro, prima del derby con la Cavese al Torre alla quarta giornata, primo di ben cinque derby: gli altri saranno con la Turris (7^ giornata), Avellino (10^), Juve Stabia (13^) e Casertana all'ultimo turno. La sfida col Palermo è fissata per l'undicesima giornata (andata al Barbera, ritorno a Pagani), contro il Bari alla 14esima (andata in casa, ritorno al San Nicola). Finale di stagione delicato con ben tre gare su quattro da giocare in trasferta per la formazione di Erra, attesa dal Monopoli, dalla "Y" che dovrebbe essere il Bisceglie e dalla Casertana. © RIPRODUZIONE RISERVATA