Paganese-Juve Stabia 3-1,
è la rivincita degli azzurrostellati

Lunedì 6 Dicembre 2021 di Francesco Pepe
Paganese-Juve Stabia 3-1, è la rivincita degli azzurrostellati

La Paganese rifila un tris di reti alla Juve Stabia nel derby del Torre e ritrova la vittoria dopo quattro sconfitte di fila. Su un campo ridotto ad una vera e propria palude la sfida lascia poco spazio allo spettacolo ma offre ugualmente spunti gradevoli frutto più della determinazione che della tecnica presente nel bagaglio delle due squadre. A spuntarla è la formazione di Grassadonia che getta il cuore oltre l'ostacolo nonostante ben nove defezioni tra squalifiche ed infortuni.

Il tecnico di casa lancia dal primo minuto Viti sulla corsia mancina e conferma Zanini nel pacchetto difensivo. Sulla sponda gialloblu solito tridente alle spalle del terminale offensivo di riferimento Eusepi. La Paganese parte con il piede pigiato sull'acceleratore. Al 4' Viti chiama Sarri alla parata su un velenoso diagonale. Nove minuti e arriva una bordata di Cretella che sfila di un soffio a lato. La chance migliore è però degli uomini di Sottili. Altobelli imbecca Panico che si lascia ipnotizzare da una provvidenziale uscita di Baiocco (16'). Lo stesso attaccante stabiese non inquadra il bersaglio (21'). Poco dopo la mezz'ora il primo episodio decisivo. Sul cross basso di Viti, la respinta di Rizzo arriva sul destro di Cretella che insacca alle spalle di Sarri per il vantaggio azzurrostellato.

Le vespe reagiscono subito. Nel tentativo di anticipare Eusepi, è Bianchi a colpire al volto l'attaccante ospite in area di rigore. Il direttore di gara assegna il calcio di rigore. Dagli undici metri Bentivegna trova la risposta di Baiocco ma la sfera resta sulla linea di porta: l'attaccante gialloblu si avventa sul pallone ed appoggia in rete. Ristabilità la parità è la compagine di Grassadonia a mantenere un leggero predominio territoriale che porta nuovamente al vantaggio. Il diagonale di Firenze si trasforma in un delizioso assist per Guadagni, uno dei migliori in campo, che di piatto riporta avanti la Paganese.

Nella ripresa le condizioni del manto erboso peggiorano e di occasioni nitide ne arrivano davvero poche. All'8' la palla del pareggio capita a Tonucci che non approfitta di un'errata uscita di Baiocco ed alza troppo la mira. Grassadonia corre ai ripari e serra le retrovie con l'inserimento di Schiavi. La Juve Stabia spinge ma fatica a trovare spazi contro una Paganese che tiene lontano la sfera dalla propria area di rigore. Sottili gioca anche la carta Evacuo ma il muro eretto dai padroni di casa regge senza particolari affanni. Al 36' in contropiede arriva la rete che manda in ghiaccio la contesa. Piovaccari porta palla, taglia in due la difesa stabiese e serve un filtrante per l'accorrente Firenze. Il jolly offensivo si coordina e lascia partire un diagonale di destro che non lasca scampo all'incolpevole Sarri. Per la Paganese arrivano tre punti d'oro per staccarsi dalla zona a rischio della classifica in attesa di recuperare tutti gli effettivi della rosa. In casa Juve Stabia invece una brutta battuta d'arresto che frena la rincorsa alla zona playoff. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA