Paganese, la stanchezza è un problema
ma anche la Viterbese è in emergenza

Lunedì 1 Marzo 2021 di Danilo Sorrentino
Paganese, la stanchezza è un problema ma anche la Viterbese è in emergenza

La stanchezza della lunga volata di febbraio si è fatta sentire e la Paganese l'ha accusata pesantamente nel match con il Teramo. Già contro il Catania, in particolare nel secondo tempo, la squadra azzurrostellata era apparsa un po' scarica dopo una serie di gare ravvicinate. L'esplosione è arrivata al Bonolis, con 90' largamente sotto tono ed in balìa di un avversario che non ha infierito più di tanto. Lello Di Napoli avrebbe dovuto cambiare qualche pedina in più, invece ha confermato quasi l'intero undici che era sceso in campo mercoledì contro gli etnei (uniche novità Gaeta e Diop per Bramati e Guadagni). Eppure il tecnico campano ne ha fatta una questione di mentalità e motivazioni, assumendosi la responsabilità del ko maturato a Teramo: «Forse non sono stato bravo nel toccare le corde giuste», ha ripetuto più volte il tecnico azzurrostellato. «I ragazzi hanno fatto ciò che avevo chiesto e non hanno colpa, la responsabilità è mia. Ci siamo ritrovati sotto di due gol dopo 27', la loro veemenza ci ha messo in difficoltà. Abbiamo affrontato una buonissima squadra, molto aggressiva e non siamo riusciti a contrapporre le giuste contromisure. Non vado alla ricerca di alibi, stiamo giocando ogni tre giorni, venivamo da una serie di risultati positivi e c'era entusiasmo. Non abbiamo messo quella determinazione giusta, che magari un allenatore deve cercare di tirare fuori dai ragazzi».

Oggi la squadra si è ritrovata per preparare il turno infrasettimanale di mercoledì, in programma al Marcello Torre contro la Viterbese. I gialloblù, che dall'inizio del 2021 hanno dato una sterzata al loro campionato e si sono allontanati decisamente dalla zona playout, non potranno contare su Tounkara, Baschirotto e l'ex Bensaja (tutti squalificati), oltre all'infortunato Palermo. 

Ultimo aggiornamento: 19:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA