Paganese e quel ko da cancellare
Col Foggia però sarà emergenza

Lunedì 21 Dicembre 2020 di Danilo Sorrentino

Mercoledì già si torna in campo, e forse è un bene dopo una scoppola così pesante. Il 3-0 col Monopoli ha aperto una crisi di identità, gioco e risultati a cui la Paganese deve porre un freno, in vista del mercato di gennaio. Arriva il Foggia e senza dubbio l'atteggiamento dovrà essere diverso da parte degli azzurrostellati. Con i biancoverdi, poca determinazione e personalità, con il tecnico Alessandro Erra che ha faticato a spiegarselo: "Eravamo partiti anche bene nei primi 15-20 minuti, poi abbiamo avuto delle difficoltà, commettendo evidenti errori tecnici in disimpegno che hanno dato coraggio al Monopoli, dopo un primo tempo equilibrato. Si vedeva che loro all'inizio erano preoccupati, siamo stati noi a dargli coraggio. Poi hanno preso campo, perchè comunque a centrocampo hanno giocatori di qualità - ha ammesso Erra - però la partita è stata decisa dal nostro approccio molle al secondo tempo. Non mi spiego questo blackout iniziale, dove abbiamo vanficato il tutto senza poter riuscire neppure a rientrare nel finale. E' un atteggiamento inspiegabile sul quale riflettere anche in fretta, perchè fortunatamente fra tre giorni rigiochiamo". 

Sarà emergenza piena in difesa per gli azzurrostellati. Emanuele Cigagna sarà costretto a saltare la sfida contro il Foggia per squalifica. Il classe '99 sarà fermato per un turno dal Giudice Sportivo, in seguito al giallo rimediato nel corso della partita con il Monopoli: per lui si tratta della quinta ammonizione. Sarà dunque emergenza totale nel reparto difensivo in vista di mercoledì, dato che non riusciranno a recuperare Sbampato e Sirignano, entrambi fuori per infortunio (il primo ha un problema al ginocchio, il secondo si è stirato). Si va dunque verso l'esordio dal 1' di Riccardo Perazzolo, nel trio con Mattia e Schiavino. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA