Paganese, si apre un mese decisivo
Erra: «Ci dirà dove possiamo arrivare»

Sabato 25 Gennaio 2020 di Danilo Sorrentino
Il match con la Virtus Francavilla apre un mese che sarà decisivo per la Paganese. Lo ha detto senza mezzi termini Alessandro Erra, lo dice il calendario che mette sul cammino degli azzurrostellati, oltre ai pugliesi, la Cavese nel derby di sabato prossimo, poi Rieti e Rende che sono impelagate nella parte bassissima della classifica: "Saranno settimane decisive, che ci dirà cosa possiamo fare e dove arrivare", ha detto Erra. Ovviamente il pensiero è a blindare la salvezza il prima possibile, poi magari pensare a qualcosa in più. "Ma stiamo già facendo il massimo, il salto di qualità è stato già fatto da questa squadra che sta andando oltre". 

La partita di domani sarà un test contro una squadra che ha compiuto l'impresa della settimana andando a violare, per la prima volta in stagione, il Granillo. "La vittoria con la Reggina sicuramente gli ha dato grossa euforia - ha ribadito Erra - e conferma che nel girone di ritorno tutto è possibile. Noi dobbiamo essere attenti e concentrati, sappiamo dove poter migliorare. E’ vero che affrontiamo una squadra che sta bene, ma anche noi lo siamo. Magari non siamo fluidi nella manovra, abbiamo qualche difficoltà in attacco, ma siamo compatti e abbiamo grande determinazione a proseguire su questa scia di risultati". 

Mancherà lo squalificato Diop, mentre rientrano Stendardo, Perri, Gaeta e Caccetta, con questi ultimi tre che non hanno giocato nel turno infrasettimanale (il centrocampista è entrato nel finale) per acciacchi vari. I dubbi maggiori sono in attacco per Erra, che potrebbe decidere di affidarsi al tandem Calil-Musso.  © RIPRODUZIONE RISERVATA