Paganese, i segnali proseguono
ma con la Turris sarà fuori Sirignano

Giovedì 18 Febbraio 2021 di Danilo Sorrentino
Paganese, i segnali proseguono ma con la Turris sarà fuori Sirignano

La Paganese ha dato continuità alla vittoria sulla Vibonese andando a pareggiare in casa della Virtus Francavilla. Un risultato giusto, su cui pesano i due legni colpiti dagli azzurrostellati in avvio delle due frazioni. Lello Di Napoli, però, si prende il buono da questa partita:

«La prestazione, l'agonismo, le idee di gioco, la partecipazione e la voglia non sono mancati al gruppo, i ragazzi sono stati fantastici. Portiamo via un punto, aumentiamo l'autostima. Io non sono mai soddisfatto pienamente, sono ambizioso e non mi accontento. Dobbiamo essere più cattivi e crescere nell'attenzione, è importante che ci sia voglia di fare, per un allenatore è bello avere a dispoizione un gruppo che ti segue e mette in atto alla lettera ciò che si prepara. Dobbiamo essere un po' folli, in settimana si lavora seriamente, voglio una squadra con questa mentalità. Sono esigente in primis con me stesso e voglio il massimo da tutti», ribadisce Di Napoli.

E domenica c'è un'altra gara di peso contro una Turris in caduta libera, reduce da tre punti in otto partite, uscita fuori dalla zona playoff e che rischia di essere invischiata in altri discorsi. Di Napoli, però, non si fida: «Nella prima parte della stagione hanno ottenuto grandi risultati, costruendosi la classifica con dedizione e sacrificio. Nonostante i risultati negativi è una partita da prendere con le molle». Il tecnico campano dovrà fare a meno in difesa di Ciro Sirignano, che è stato ammonito ed era diffidato. Se non dovesse farcela Cernuto, giocherà Cigagna nel trio con Sbampato e Schiavino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA