Patierno gol, l'Avellino espugna il Vigorito e supera in classifica il Benevento

Decisiva la rete di Patierno

Uno scontro di Benevento-Avellino
Uno scontro di Benevento-Avellino
di Oreste Tretola
Domenica 10 Dicembre 2023, 21:01
3 Minuti di Lettura

L’Avellino espugna il Vigorito e sorpassa in classifica proprio il Benevento. Decisiva la rete di Patierno che porta la squadra di Pazienza a quota 30 punti, a meno uno dalla Casertana, a meno tre dal Picerno e a meno sei dalla capolista Juve Stabia. I giallorossi restano a 29 punti, subendo l’aggancio del Crotone in classifica.

Nel Benevento Ferrante stringe i denti e fa coppia con Marotta, in difesa chance per Terranova al posto di Capellini, in mezzo al campo gioca Pinato come mezzala sinistra.

Avellino senza Varela e Dall’Oglio, in difesa Cancellotti gioca braccetto, a centrocampo spazio a D’Angelo, alto a destra c’è Ricciardi, a sinistra torna Tito, davanti la coppia Gori-Patierno. Inizia bene il Benevento con un colpo di testa di Ferrante.

Al 12’ presa difettosa di Ghidotti, El Kaouakibi sbaglia da buona posizione. Al 19’ Pinato deve lasciare il campo per un problema muscolare, dentro Tello. Al 28’ Marotta e Tello duettano bene, palla che arriva a Ferrante che scalda i guantoni di Ghidotti col sinistro. Rispondono i biancoverdi, destro di Gori, Terranova devia in corner. Al 35’ cross forte e teso di D’Angelo, Berra prolunga di testa, liberando l’area. Al 38’ clamorosa palla gol per il Benevento: Masciangelo si incunea in area e crossa basso, Ferrante calcia di piatto mancino, Ghidotti respinge, Improta da due passi centra clamorosamente la traversa, poi Marotta tenta una rovesciata, commettendo fallo. Al 41’ l’Avellino passa, Patierno porta palla e allarga per D’Angelo, tocco sotto per Gori che crossa in mezzo, Paleari smanaccia, Patierno in spaccata insacca. Lupi avanti al riposo.

Inizio di ripresa a bassi ritmi. Andreoletti comincia la girandola dei cambi al 16’, togliendo Karic e inserendo Talia. Al 18’ Tello sfonda in area, ma la sua palla bassa viene respinta da Ghidotti. Primo cambio anche per Pazienza al 19’: fuori Tito e dentro Falbo. Al 22’ palla gol per il Benevento: Tello fa correre Masciangelo che crossa basso, Ferrante col destro non centra incredibilmente la porta. Spingono ancora i giallorossi, cross basso di Improta, sia Marotta che Agazzi lisciano la conclusione. Al 24’ altra occasione, Berra centra il palo con il destro, dopo una mischia su corner. Al 30’ triplo cambio sia per Andreoletti che per Pazienza: nei giallorossi fuori Terranova, Ferrante e Agazzi, dentro Ciano, Sorrentino e Bolsius, nei biancoverdi fuori D’Angelo, Gori e Ricciardi, dentro Casarini, Sgarbi e Benedetti. Sanniti a trazione anteriore per provare a trovatre il pari. Al 32’ altro cambio per l’Avellino, dentro Pezzella per Palmiero. Al 44’ proteste vibranti dei calciatori beneventani per un tocco di mano di Cancellotti sul cross di Masciangelo. L’Avellino va in trincea. Al quinto di recupero, rimessa in mezzo di Masciangelo, Ghidotti esce male, porta sguarnita e pallonetto di Marotta, salvataggio decisivo di Cionek. È l’ultimo brivido del match, vittoria biancoverde.

© RIPRODUZIONE RISERVATA