Serie C, tre club non si iscrivono;
la prossima settimana l'ok della Covisoc

Giovedì 6 Agosto 2020 di Danilo Sorrentino
E' scaduto alla mezzanotte di ieri il termine ultimo per presentare domanda di iscrizione al prossimo campionato di Serie C 2020/21. Nessun problema per le cinque società campane (la Juve Stabia avrà più tempo) che hanno risolto i diversi intoppi di natura burocratica e/o strutturale emersi nelle scorse settimane. Tre i club che non hanno rispettato il termine perentorio. Oltre al Campodarsego, neopromosso dalla D, che già aveva annunciato la rinuncia al campionato di Serie C («troppo onerosa la partecipazione alla terza serie», aveva detto il presidente), hanno alzato bandiera bianca anche il Siena e la Sicula Leonzio.

A vuoto i tentativi di cessione della società toscana, mentre i siciliani lasciano la C dopo tre anni, anche per le vicende giudiziarie che hanno colpito la proprietà. Le altre domande sono arrivate in tempo, comprese quelle di Arezzo, Catania e Potenza, che hanno rischiato fino all'ultimo di non iscriversi. Le retrocesse dalla B (Livorno, Juve Stabia e Trapani, più una fra Perugia e Pescara che giocheranno i playout), invece, avranno tempo fino al 24 agosto per perfezionare la domanda di iscrizione. Il torneo cadetto, infatti, è terminato soltanto una settimana fa. 

Entro il 13 agosto, la Commissione si esprimerà sulle domande, fornendo parere negativo o positivo. Il 20 agosto arriverà la ratifica del Consiglio Federale che procederà anche ad integrare gli organici. Il posto del Campodarsego dovrebbe andare alla seconda del suo girone (il Legnago), mentre i due posti liberi saranno occupati dalle riammesse: in pole Giana Erminio e Ravenna. Eventuali slot che dovrebbero liberarsi in seguito, invece, sarebbero colmati coi ripescaggi. Resta da chiarire, infine, la situazione di Bitonto e Picerno, con la Procura Federale che dovrà esprimersi, a breve, sulla presunta combine tra i due club risalente a due stagioni fa.  © RIPRODUZIONE RISERVATA