Turris, allenamenti a porte chiuse
in vista del derby con la Juve Stabia

Lunedì 25 Ottobre 2021 di Raffaella Ascione
Turris, allenamenti a porte chiuse in vista del derby con la Juve Stabia

Non è stata la solita Turris ad Andria. Sono mancate profondità, precisione ed incisività: stavolta, insomma, la lampadina non si è accesa. Ne è venuta fuori la seconda sconfitta consecutiva nel giro di quattro giorni.
«La partita è stata giocata a buoni ritmi – analizza mister Caneo –, ma dopo quel gol estemporaneo non siamo riusciti a trovare lo spunto giusto, se non in quell’occasione alla fine con Varutti. Nonostante tutto, credo che il pari sarebbe stato comunque il risultato più giusto. Loro sono stati molto bravi dal punto di vista difensivo, ma nella fase della costruzione siamo stati bravi a limitarli. Nel primo tempo abbiamo palleggiato bene dopo il gol ma dovevamo cercare più filtranti; non ci siamo riusciti perché l’Andria si è difesa bene, è stato difficile trovare gli spazi».

Sulla scelta del doppio centravanti a gara in corso: «Volevo provare a giocare le palle lunghe, visto che non ci arrivavamo con quelle basse. Era per creare qualche valida alternativa».
Buono l’approccio nel secondo tempo, in cui comunque il gioco effettivo è stato piuttosto scarno: «Dobbiamo essere più precisi dalla trequarti in su. Conta solo questo. Per il resto, è vero, già dopo il gol i raccattapalle restituivano palla più lentamente e i tempi di gioco riprendevano altrettanto lentamente, però – continua Caneo – non voglio sindacare ancora l’operato dell’arbitro. Noi abbiamo provato a parlargli, ma per lui non c’era ostruzionismo né perdita di tempo».

Sui baby Atalanta: «Ghislandi è uscito per una distorsione. Speriamo lieve e speriamo quindi di recuperarlo per sabato. Finardi? Bene. È preciso e diligente, ma del resto mi era già piaciuto a Viterbo».

Allenamenti a porte chiuse – Riprenderà domani pomeriggio la preparazione della Turris in vista del derby di sabato contro la Juve Stabia. L’obiettivo è adesso preservare il gruppo per consentirgli di preparare al meglio la gara con le vespe. Per questo, fa sapere il club corallino, tutti gli allenamenti della settimana si svolgeranno a porte chiuse ad eccezione della seduta di mercoledì mattina, aperta ai soli organi di stampa «previa richiesta di accesso da inoltrare entro le ore 20 di martedì». Venerdì, «all'esito della seduta di rifinitura, il gruppo squadra andrà in ritiro pre-partita».

Sempre allo scopo «di tenere il gruppo concentrato sul lavoro settimanale e sul prossimo impegno di campionato», da oggi e per tutta la settimana, fino al derby, «nessun tesserato rilascerà dichiarazioni ad eccezione del tecnico della prima squadra, Bruno Caneo, il quale terrà, nella giornata di venerdì 29 ottobre, la consueta conferenza pre-gara». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA