Turris, contro il Taranto tocca
a Di Nunzio: «Niente turnover»

Martedì 21 Dicembre 2021 di Raffaella Ascione
Turris, contro il Taranto tocca a Di Nunzio: «Niente turnover»

Ultima gara dell’anno al Liguori. Per la Turris, terza al giro di boa a quota 33, l’ostacolo Taranto, che nell’ultimo turno si è ripreso un posto tra le prime dieci a danno del Picerno. 

Alla vigilia del match contro gli ionici, mister Caneo tiene ad evidenziare un aspetto su tutti. «Prima di tutto voglio dire quanto sia stato bello, domenica a Pagani, sentire i nostri tifosi che incitavano e sostenevano i ragazzi. Mi sono emozionato. Anche per questo spero davvero si riesca domani a regalare una vittoria importante che dia ulteriore soddisfazione a tutti quanti». 

Il Taranto si presenta al Liguori dopo la vittoria sul Picerno, valsa a riscattare lo scivolone nel derby contro il Bari. «Si preannuncia una partita interessante. Loro sono una squadra in salute e di certo non verranno qui a fare barricate. Noi dobbiamo giocare come sappiamo. Vogliamo chiudere bene l’anno per cominciare il nuovo alla grande. I ragazzi sono parecchio motivati e hanno in testa solo i tre punti».

Niente turnover. Si prospetta solo una staffetta rispetto all’undici schierato al Torre del Pagani. «Ci sarà Di Nunzio al posto di Lorenzini», preannuncia il tecnico. «Per il resto saremo quelli di Pagani. Si tratta di un ultimo sforzo, dobbiamo farlo. Chi ha finora trovato meno spazio, lo troverà certamente in futuro». È il caso, ad esempio, di Sartore. «Ha qualità importanti. Come del resto Pavone e Longo. Abbiamo dinamiche che hanno determinato questo ridotto minutaggio da parte loro ma avranno sicuramente più spazio». Confermato dunque, contro il Taranto, anche l’impiego di Ghislandi. «Sta meglio. A Pagani avevamo messo in conto un cambio a gara in corso per non stressarlo oltremodo. Però ha risposto bene, dunque domani ci sarà». 

Dovesse capitare un altro rigore, stavolta le gerarchie dovranno essere rispettate. «L’episodio di Pagani va preso per quello che è. Può accadere, è capitato, ma non si deve ripetere. Ci sono delle gerarchie e vanno rispettate».

Adesso il Taranto. Poi, alla ripresa, subito Monopoli e Foggia. «Adesso pensiamo al Taranto. Sappiamo d’aver finora posto importanti fondamenta. Adesso dobbiamo scegliere cosa costruirci su». Ieri lo scambio degli auguri di Natale con la società. Un’occasione per rilanciare un ambizioso obiettivo. «Noi non dobbiamo mentire né a noi stessi né agli altri. Abbiamo finora riscosso meriti importanti ma adesso vogliamo portare avanti il discorso. Non è finita qua». 

Sugli obiettivi personali in vista del 2022. «Continuare a far bene con la Turris. Crescere con la Turris. Il resto è aria fritta».  

Convocati – Restano indisponibili D’Oriano, Lame e Nunziante. Seconda convocazione in gara ufficiale per il giovane attaccante Luca Nocerino, classe 2004, aggregato dalla formazione Primavera.

Ventiquattro i calciatori convocati dal mister Caneo:
Portieri: Abagnale, Colantuono, Perina.
Difensori: Di Nunzio, Esempio, Lorenzini, Loreto, Manzi, Varutti, Zanoni.
Centrocampisti: Bordo, Finardi, Franco, Ghislandi, Iglio, Palmucci, Tascone.
Attaccanti: Giannone, Leonetti, Longo, Nocerino, Pavone, Santaniello, Sartore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA