Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Turris, Flammia nuovo diggì
e Colantonio annuncia main sponsor

Sabato 2 Luglio 2022 di Raffaella Ascione
Turris, Flammia nuovo diggì e Colantonio annuncia main sponsor

Nuovo tassello nell’organigramma corallino. Daniele Flammia, reduce da una lunga ed intensa esperienza al Potenza, è - da oggi - il nuovo direttore generale della Turris: «Affiancherà le figure dirigenziali già in organigramma lavorando in particolare sinergia con il direttore generale dell’area tecnica, Rosario Primicile».
Per lui si tratta di un ritorno alle origini campane. All’inizio del suo percorso, infatti, Flammia ha «collaborato con Avellino e Cavese prima della settennale esperienza al Potenza Calcio, dove ha vissuto in prima linea la promozione in serie C e l’intero corso della gestione Caiata, ricoprendo gli incarichi di amministratore delegato e direttore generale».
Le sue prime parole da neo diggì corallino: «Da tempo mi lega una forte stima sia a Colantonio che a Primicile. Con Rosario c’è un ottimo rapporto, penso sia l’anima di questa società. Darò il mio meglio. Ci aspetta un campionato difficile, impegnativo come sempre, nonostante non annoveri più il blasone di piazze come Bari, Catania e Palermo. Vedremo nel dettaglio come sarà composto il girone, che intanto registra una grande piazza come Crotone. Rosario è già a lavoro da settimane. Io sono pronto».

Nuovo main sponsor – Giornata di annunci per la Turris, che ha ufficializzato una nuova - rilevante - partnership. Al fianco del club corallino c'è - da oggi - anche La Tirrenica, «azienda leader a livello nazionale per la distribuzione di pesce fresco, alimenti surgelati e congelati», ufficialmente presentata - nel corso di una conferenza - come nuovo main sponsor. 

«Un’altra azienda importante nella formazione della nuova compagine Turris»: ha esordito così Antonio Colantonio, che ha poi svelato alcuni dettagli. «L’idea di Stompanato, amministratore de La Tirrenica, era – inizialmente – quella di rilevare la Turris. Il discorso si è però arenato sulla questione infrastrutturale: questo è un nodo che obiettivamente frena chi vuole avviare progetti ambiziosi. Nonostante quella battuta d’arresto, però, è nata un’empatia che ha condotto all’intesa che ufficializziamo oggi. Non suoni perciò riduttivo l’appellativo main sponsor, perché questo è un imprenditore serio che voleva rilevare il club e che continua ad avere idee importanti per Torre del Greco, insieme ovviamente a Colantonio e Di Franco. Non siamo più soli, quindi. Adesso però abbiamo bisogno che le istituzioni ci diano una mano, mettendoci nella condizione di fare qualcosa di importante per la Turris».
Definita la compagine societaria, potrebbero arrivare ulteriori ufficialità relative a nuovi – rilevanti – sponsor. «Ci sono ancora trattative importanti con potenziali sponsor, parecchio rilevanti a livello europeo», conferma Colantonio. Che poi incalza. «Se la Turris riuscirà in questo tipo di connubio, allora potremo annunciare novità molto importanti. Perché a quel punto l’asticella non dovremo solo alzarla, la toglieremo del tutto».

Entusiasmo e ambizione nelle parole di Antonio Stompanato, amministratore de La Tirrenica: «Nutro profonda ammirazione nei confronti di Colantonio per come conduce questo club. Sono affascinato dalla passione e dall’amore che lo legano alla Turris e ne siamo stati travolti. Speriamo perciò di dare il giusto apporto per muovere importanti passi in avanti in questo percorso di crescita. Questa sarà un’annata esplorativa, che potrebbe anche preludere ad una partecipazione ancora più importante».

Al fianco di presidente e nuovo main sponsor, anche il vicepresidente Di Franco: «Qui ci sono tutte le componenti per alzare l’asticella. Adesso abbiamo bisogno di istituzioni e infrastrutture. Noi ce la metteremo tutta».

Iscrizione ok – Nel frattempo, la Turris ha ottenuto «dagli organi preposti il via libera alla partecipazione al prossimo campionato di serie C, vedendo riconosciuta, per il terzo anno di fila in ambito professionistico, la solidità della sua struttura societaria. Premiato anche il lavoro del segretario generale del club e dei consulenti esterni, propedeutico al conseguimento della nuova Licenza nazionale. Dapprima, la Commissione Criteri Infrastrutturali e Sportivi-Organizzativi della Figc, esaminata la documentazione prodotta dalla S.S. Turris Calcio relativamente allo stadio Amerigo Liguori, ha certificato che risultano soddisfatti tutti i requisiti infrastrutturali per lo svolgimento dell’attività ufficiale della stagione 2022-23, attestando che risultano integrati altresì i criteri sportivo-organizzativi prescritti. La società ha, poi, ottenuto il nulla osta da parte della Covisoc, risultando integrati anche tutti i criteri legali ed economico-finanziari richiesti in sede d’iscrizione al campionato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA