Turris-Paganese, rischio porte chiuse:
nodo prefiltraggio al Liguori

Venerdì 23 Ottobre 2020 di Raffaella Ascione

Dubbio porte aperte domenica al Liguori, in occasione del derby Turris-Paganese. Stavolta non c’entrano il Covid e nemmeno l’annuncio di un nuovo lockdown su scala regionale. Il nodo riguarda la recinzione dell’area riservata alle operazioni di prefiltraggio per garantire l’accesso in sicurezza all’impianto: la criticità, riferita nello specifico all’utilizzo delle reti metalliche (ritenute non a norma), è emersa nel corso della riunione di questa mattina del Gruppo Operativo di Sicurezza, che si è poi aggiornato nel pomeriggio.

 

A fronte del “no” incassato all’esito della doppia seduta, che pareva precludere categoricamente l’apertura del Liguori contro gli azzurrostellati (a vantaggio comunque dei soli abbonati e nei limiti di 450 unità), si è poi aperto uno spiraglio nel tardo pomeriggio, frutto di una mediazione intavolata dalla Turris. Il club potrebbe ancora ottenere il via libera a condizione di procedere alla installazione di new jersey in sostituzione delle reti metalliche.

 

Il Gruppo Operativo di Sicurezza si riaggiornerà dunque domani e solo a quel punto la società – ad oggi di fatto impossibilitata – provvederà a fornire tutte le indicazioni del caso agli abbonati. Nell’ipotesi di fumata bianca, dovrebbero comunque valere le stesse regole organizzative già applicate contro il Monopoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA