Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Vibonese-Paganese 0-0,
Grassadonia respira

Lunedì 7 Febbraio 2022 di Luigi Famà
Vibonese-Paganese 0-0, Grassadonia respira

Era una partita da assolutamente non fallire e la Paganese non l'ha fatto. Ma la sensazione è che al Luigi Razza la squadra azzurrostellata avrebbe dovuto fare ed osare qualcosa di più, invece quasi si è accontentata di un pareggio che non cambia la storia di un campionato fin qui abbastanza anonimo da parte della formazione di Gianluca Grassadonia. Così come è stata anonima la partita giocata in terra calabrese, contro una Vibonese volitiva, che ha creato sicuramente di più e che ai punti avrebbe meritato i tre punti se solo avesse dovuto vincere una squadra. Ne è uscito uno 0-0 alquanto noioso, con pochi sussulti e con una Paganese che, nell'ultimo quarto d'ora, seppur in superiorità numerica ha creato una sola chance pesantissima con Gigi Castaldo. Poteva essere un turno sulla carta favorevole, ma lo scontro diretto del Razza finisce senza vincitori né vinti. Sembrava una sfida godevole in prima battuta, perché dopo appena sei minuti Spina colpisce un palo con un violento mancino dal limite. Poi i tatticismi hanno la meglio, le squadre si punzecchiano troppo e solo a metà primo tempo ci sono nuovi sussulti. Temibile quello della Paganese, che al 20' clamorosamente fallisce la palla del possibile uno a zero con un'imbucata per Tommasini che però non riesce a trovare il tempo per calciare in piena area di rigore. Ancora più incredibile l'occasione arrivata poco dopo a Martorelli che, da attaccante aggiunto, fa un grande movimento e si libera al tiro in area di rigore, trovando un super Mengoni sulla sua strada. Da corner Murolo la colpisce di testa, la sfera non va molto lontana dallo specchio.

Più soporifero il secondo tempo da parte della Paganese, che rischia tantissimo in avvio: serve il miglior Baiocco per evitare il gol dello svantaggio. Il portiere romano, con un grandissimo senso della posizione e un colpo di reni stupendo, dice di no al colpo di testa ravvicinato di Curiale. Lo stesso attaccante arrivato dal Catanzaro si fa espellere a un quarto d'ora dalla fine, ma la Paganese non ne approfitta dell'uomo in più. Crea una sola potenziale chance all'82 con una triangolazione Diop-Castaldo che porta il bomber campano al tiro: esterno troppo largo e 0-0 che non si schioda. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA