Casertana, Maiuri chiede scusa:
«La colpa è di tutti, impariamo e avanti»

Lunedì 29 Novembre 2021 di Antonio Credendino
Casertana, Maiuri chiede scusa: «La colpa è di tutti, impariamo e avanti»

Una sconfitta pesante, per la Casertana. «Chiedo scusa per quanto  abbiamo offerto in questa giornata - spiega il tecnico Maiuri - dobbiamo capire che ogni gara è una finale, se non capiamo questo, non si va da nessuna parte. Non so cosa sia successo, martedì ne parliamo. Non voglio togliere i meriti alla Mariglianese. Sapevamo che è una squadra ben organizzata, ci sono elementi di categoria e ottimi under. Ci siamo fatti sorprendere e non abbiamo reagito come da Casertana. Meglio ora questo risultato, che ci sia da insegnamento. La colpa è di tutti, ma soprattutto mia. Da oggi in poi voglio che i  ragazzi riprendano da dove eravamo arrivati qui a Marigliano. Sono fiducioso in questi ragazzi, capiranno questa sconfitta, e solo da questi errori si riprende il cammino per il raggiungimento dei nostri obiettivi».
Di contro, un Luigi Sanchez ovviamente molto soddisfatto: «Una vittoria dopo tre sconfitte e contro la capolista. A me non piace continuare dopo tre sconfitte. I ragazzi in settimana mi hanno garantito di applicare alla lettera quanto preparato in questi cinque giorni.

Dalla sconfitta di Cerignola non ho più parlato. Oggi, i ragazzi mi hanno dimostrato le loro qualità, hanno dato attenzione ad ogni minimo errore per far si di ridurre le criticità emerse durante le gare di Nardo e con il Gravina in casa. Questo è un gruppo straordinario, la società e la dirigenza ci fanno lavorare con serenità. I tifosi ci stanno vicino. Domani mettiamo da parte questa gara e guardiamo la prossima con il Matino in Puglia. Abbiamo bisogno di continuità. La classifica è corta, non dobbiamo dimenticare che il nostro obiettivo è la salvezza, se possibile quanto prima». Al tecnico fa eco il ds della Mariglianese, Stiletti: «Finalmente si ritorna alla vittoria in casa. Con il Gravina abbiamo perso in malo modo, prendere gol al 96 non è facile digerire. Oggi abbiamo posto in campo ogni minima attenzione per una gara quasi perfetta, il merito va ai ragazzi ed a mister Sanchez che sta dimostrando, da esordiente, di meritare la categoria».

Volto rabbuiato, come giusto che sia, per Vincente, centrocampista della Casertana: «Non credo che vincendo a Marigliano avremmo vinto il campionato - spiega - non credo che perdendo lo abbiamo perso. Abbiamo fatto una brutta figura e chiediamo scusa ai tifosi però da martedì, si ricomincia a pensare alla prossima facendo esperienza sulla gara di oggi. Purtroppo, tutte le partite sono difficili, e oggi abbiamo avuto la dimostrazione che l'attenzione deve essere al massimo. Merito a questa Mariglianese per la gara contro di noi».

Chiude un entusiasta Aracri, protagonista della Mariglianese: «Questa doppietta è di tutti, del mister dei compagni, della società. Avendo vinto il campionato con la Mariglianese lo scorso anno, sono stato riconfermato e questo mi rinfranca della fiducia postami. Questa Mariglianese è un grande gruppo, una società che ci coccola e ci fa stare sereni. Dopo tre sconfitte consecutive non ha mai alzato un velo di polemica per i risultati, questo successo è arrivato dalla fame di risultati. Ringrazio Faiello e capitan Esposito che mi hanno messo in condizione di andare a rete, peccato nel finale con il palo che ho preso, potevo portare il pallone a casa. Adesso dobbiamo stare ancora di più concentrati, la prossima con il Matino in Puglia è uno scontro diretto e non possiamo sbagliare».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA