Fideiussione fuori termine:
inibito Martone, multa al Gragnano

Lunedì 20 Agosto 2018 di Raffaella Ascione
Fideiussione fuori termine: inibito Martone, multa al Gragnano

Ventisette giorni di inibizione al presidente del Gragnano Vincenzo Martone e 1.334 euro di multa al club pastaio, chiamato a rispondere a titolo di responsabilità oggettiva: queste le sanzioni ufficializzate dalla Federazione con il comunicato n.54/AA, a seguito della «richiesta di applicazione della sanzione ex art. 32 sexies del Codice di Giustizia Sportiva» formulata dal patron gialloblù e dalla stessa società.

Sullo sfondo, la contestazione della violazione dell’«art. 10 comma 3 bis del Codice di Giustizia Sportiva, in relazione ai punti A5) e A8) del Comunicato Ufficiale n. 153/2017 della Lega Nazionale Dilettanti, Dipartimento Interregionale, per non aver provveduto a depositare, entro il termine del 12/07/2017 ore 18.00, la documentazione relativa alla fidejussione bancaria a prima richiesta con scadenza 11/07/18 e per aver depositato la liberatoria del calciatore Coppola Maurizio priva di data e comunque per non aver adottato idonee misure volte all’effettuazione del predetto incombente».

Le sanzioni sono state così determinate «vista la prestazione del consenso da parte della Procura Federale e rilevato che il Commissario Straordinario non ha formulato osservazioni in ordine all’accordo raggiunto dalle parti».

Per il Gragnano, adesso, 30 giorni di tempo – a decorrere dalla pubblicazione del provvedimento - per il pagamento dell’ammenda, «pena la risoluzione dell’accordo e la prosecuzione del procedimento ai sensi dell’art. 32 sexies del Codice di Giustizia Sportiva per i soggetti inadempienti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA