Impresa Portici: 4-2 al Molfetta
e salvezza matematica

Domenica 6 Giugno 2021 di Raffaella Ascione
Impresa Portici: 4-2 al Molfetta e salvezza matematica

Poker al Molfetta e delirio finale. Quella che pareva un’impresa quasi insperata è diventata realtà. A novanta minuti dalla fine del campionato, nella domenica in cui ritrova la spinta dei propri tifosi, il Portici può festeggiare la matematica salvezza: il prossimo anno sarà ancora serie D, per la quinta stagione consecutiva. È festa grande al San Ciro al triplice fischio. Merito della netta inversione di tendenza registrata dall’avvento in panchina di mister Condemi – cinque vittorie nelle ultime sei gare – oltre che della modifica dei criteri di retrocessione (per la sola stagione in corso), con l’abolizione dei playout. Sarebbe bastato scansare le ultime due posizioni per festeggiare ed alla fine gli azzurri, letteralmente rigenerati da Condemi, hanno centrato il proprio traguardo. Retrocede in Eccellenza la Puteolana, mentre per il Brindisi l'unica speranza è adesso battere - proprio - il Portici al Fanuzzi e provare ad agguantare se non altro lo spareggio contro una tra Francavilla ed Aversa.

Al San Ciro è una girandola di emozioni. Azzurri in avanti al minuto 17. Prisco recupera e difende un buon pallone nella trequarti ed innesca Grieco, che dalla sinistra serve in area Elefante: chirurgico il suo diagonale, per l’1-0 Portici. Il Molfetta la pareggia al 34’ con Triggiani, che da posizione ravvicinata riequilibra il match su assist di Afri. Dopo una ghiotta occasione targata Prisco – di un nulla fuori il suo tocco morbido a scavalcare il portiere –, i pugliesi la ribaltano. Corre il 40’, quando Arilson pennella in area per Afri, che – stavolta nelle vesti di finalizzatore – infila Spina.

Il Portici è vivo e trova il pari al minuto 10 della ripresa. Gran bella giocata di Elefante, che – innescato da Nappo – dalla destra guadagna l’area e con un destro chirurgico batte Tucci per la seconda volta. Due minuti e gli azzurri la ribaltano con Prisco, che raccoglie palla al limite ed a tu per tu con Tucci insacca il 3-2. Molfetta tramortito e poker servito al minuto 48: Grieco s’invola e serve centralmente Prisco, che – tutto solo in area – firma la seconda doppietta di giornata blindando partita e salvezza.

Alla fine c’è spazio solo per l’incontenibile festa azzurra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA