La Turris corteggia De Francesco
e lavora a un grande ritorno

Venerdì 31 Luglio 2020 di Raffaella Ascione
Mercoledì avrebbe dovuto essere il giorno dell’annuncio, ma qualcosa è evidentemente andato storto. Non al punto, pare, da indurre la Turris a chiudere definitivamente le porte a Givan Werkhoven. Resta infatti aperto ancora uno spiraglio nella trattativa intavolata dal club corallino con l'attaccante olandese. Alla base della fumata nera di metà settimana (Werkhoven ha lasciato Torre del Greco dopo aver incontrato il presidente Colantonio e trovato un contratto pronto da firmare), ci sarebbe stato un equivoco di fondo legato ad un errore di comunicazione con il procuratore (olandese). Individuato l'equivoco, la Turris non avrebbe dunque chiuso totalmente all'attaccante, precisando - attraverso il diggì Rosario Primicile - di essere disposta ad attendere ancora qualche giorno. «Fino a questo weekend», chiarisce il diggì, «per consentire al calciatore di considerare l’offerta della Turris al netto delle incomprensioni che si sono evidentemente generate negli ultimi gironi».

Per lunedì è invece in programma un incontro che potrebbe spianare la strada ad un ritorno in casacca corallina: quello del portiere classe 1998 Alessandro Abagnale, nella passata stagione in forza all’Albinoleffe, in serie C.

C’è anche un altro ritorno al quale la Turris sta lavorando. Che stuzzica – e non poco – la piazza corallina. Resta infatti viva la trattativa intavolata con il centrocampista Angelo D’Angelo, reduce da due stagioni alla Casertana (che nei giorni scorsi lo ha ufficialmente indicato tra i calciatori in partenza). D’Angelo (classe 1985), ha già indossato la casacca corallina nella prima parte della stagione 2009/10. Poi, a dicembre, il passaggio all’Avellino, di cui diventa vera e propria colonna portante e con cui arriva ad affermarsi in serie B.

Ed a proposito di mediana, resta praticabile la pista che porta ad Alfonso De Francesco, tra i protagonisti della promozione in B della Reggina: la prossima settimana il diggì Primicile ne discuterà con il direttore sportivo amaranto Massimo Taibi. © RIPRODUZIONE RISERVATA