Nocerina, accolto il ricorso di Bolzan:
il club gli dovrà versare 3600 euro

Alla società erano stati sequestrati 100mila euro

Accolto il ricorso di Bolzan
Accolto il ricorso di Bolzan
di Giuliano Pisciotta
Mercoledì 30 Novembre 2022, 19:21
2 Minuti di Lettura

Il Tribunale Federale Nazionale - sezione Vertenze Economiche - ha accolto il reclamo di Riccardo Bolzan, ex direttore sportivo della Nocerina attualmente tesserato per il Matera.

L'ex esterno mancino dei molossi aveva presentato ricorso avverso al dispositivo della Commissione Accordi Economici dello scorso 3 novembre, che aveva dichiarato inammissibile la sua istanza. Secondo la commissione, Bolzan non aveva rispettato alcuni parametri per la presentazione del ricorso per la mancata riscossione di somme non versate dalla Nocerina.

Particolare la vicenda dell'ex direttore sportivo rossonero. Dopo aver sottoscritto con la società un accordo per un compenso di 8.000 euro, la Nocerina aveva onorato l'impegno facendo in parte ricorso ai fondi destinati ai club dilettantistici per l'emergenza Covid.

Tuttavia, al termine di un'inchiesta del Tribunale di Nocera Inferiore, fu disposto il sequestro di 100.000 euro alla società, somma di cui facevano parte anche i 3.600 euro destinati a Bolzan. Quindi oggi il Tribunale Federale Nazionale ha disposto che la Nocerina versi la somma all'ex direttore sportivo, che si aggiunge a ciò che dovrà essere corrisposto agli ex calciatori Nicolò Donidà (3.200 euro) e Andrea Bovo (2.760).

Un fardello di circa 10.000 euro che un'eventuale nuova proprietà dovrà accollarsi in caso di acquisizione dalle mani dell'attuale amministratore delegato Nunzio Grasso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA