Nocerina: Liurni solito ispiratore,
ma il Gravina pareggia nel finale

Domenica 1 Dicembre 2019 di Giuliano Pisciotta
Un piccolo raggio di sole dopo settimane di diluvio. La Nocerina conquista un buon punto in trasferta sul campo del Gravina, pur potendo recriminare per aver visto sfumare sul filo di lana un blitz di platino. I molossi rischiano qualcosa nel primo tempo, ringraziando la bandierina di uno dei due assistenti che segnala un offside sul gol del bomber gialloblu Santoro.

Il portiere rossonero Scolavino, poi si fa trovare pronto su altre due opportunità dei pugliesi, portando la Nocerina all'intervallo con zero gol subiti, un evento da festeggiare viste le tredici reti incassate negli ultimi tre incontri. 

Il Gravina insiste pure nella ripresa e trova il meritato vantaggio con Chiaradia, che prima chiama Scolavino all'intervento in corner, poi lo punisce dal susseguente tiro dalla bandierina. I padroni di casa commettono forse l'errore di considerare tramortiti i molossi, che trovano tempo e modo di piazzare un inatteso uno-due.

Iannini al 37' e Poziello al 38' portano addirittura in vantaggio la Nocerina, ancora una volta ispirata nelle sue azioni pericolose dal solito Liurni. L'attaccante umbro mette il piede in entrambe le occasioni dei gol rossoneri, confermandosi pedina indispensabile per la squadra.

Tuttavia la doccia fredda è dietro l'angolo, perché Silletti trova la giusta traiettoria dalla distanza al 42', insaccando il gol del definitivo 2-2. Il pari, tuttavia, è un brodino sciapo per entrambe le squadre: il Gravina si stacca sensibilmente dalla zona playoff, mentre la Nocerina resta nella zona rossa, guadagnando un solo punticino sulla penultima posizione. Ultimo aggiornamento: 20:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA