Nocerina: con il campionato fermo
si celebrano i 10 anni dalla Serie B

Venerdì 23 Aprile 2021 di Giuliano Pisciotta
Nocerina: con il campionato fermo si celebrano i 10 anni dalla Serie B

Minuto numero 52 della gara tra Foggia e Nocerina. Allo Zaccheria, il difensore dei molossi Pomante ribadisce in rete dopo un flipper nell’area piccola dei satanelli. I giovanotti terribili di Zeman, tra i quali c’è anche Lorenzo Insigne, le tentano tutte per raddrizzare il risultato. Ma al triplice fischio sono gli atleti in maglia bianca e i tifosi assiepati nel settore Ospiti a esplodere di gioia.

È il giorno di Sabato Santo del 2011. La Nocerina approda in Serie B per la terza volta nella sua storia. Un crescendo trionfale per la formazione di Gaetano Auteri. Ripescata dalla Seconda Divisione quando era già in ritiro a Carpegna, la squadra di patron Giovanni Citarella ingrana gradualmente le marce alte e dopo pochissime soste “fisiologiche”, conquista il traguardo della cadetteria con alcuni turni di anticipo.

Nel giorno del decimo anniversario, i social si sono tinti di rossonero, con foto, video amatoriali girati durante i festeggiamenti, i servizi tv, gli articoli giornalistici dell’epoca. Ma pure gli amarcord con i protagonisti di 10 anni fa, due dei quali sono protagonisti anche quest’anno, in ruoli diversi, nella Nocerina del presidente Paolo Maiorino: il direttore sportivo Riccardo Bolzan e l’allenatore Giovanni Cavallaro, il primo era l’esterno sinistro nel 3-4-3 marchio di fabbrica di mister Auteri, il secondo era un attaccante che aveva conquistato lo scettro di miglior marcatore di tutti i tempi della Nocerina.

Alla guida dei molossi nell’anno della promozione in Serie B c’era Giovanni Citarella. E nelle ultime settimane rumors - tutti da confermare - vorrebbero proprio un ritorno della famiglia Citarella alla guida della società, a partire magari già dalla prossima stagione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA