Nocerina, Cavallaro: «Salvezza mai in dubbio
la piazza merita una squadra competitiva»

Sabato 23 Maggio 2020 di Giuliano Pisciotta
«Non avevamo alcun dubbio sulla nostra salvezza». Giovanni Cavallaro, capitano della Nocerina, commenta così le decisioni del Consiglio Direttivo Lnd sugli esiti del campionato di Serie D 2019-2020. L'atleta palermitano parla di «posizione di classifica raggiunta per meriti sportivi. Dunque, una salvezza meritata. Tra l'altro, nelle ultime 8 giornate avremmo avuto 5 gare casalinghe, tra le quali lo scontro diretto con l'Agropoli, e avremmo pure potuto puntare a una salvezza diretta, senza playout».

Cavallaro è tornato in campo in questa stagione dopo un lungo stop per problemi fisici. Ma in testa c'è sempre il sogno di poter allenare la Nocerina. «Dopo due anni ho avuto la possibilità di rientrare come capitano e uomo della società. Ho provato a dare una mano al gruppo e al mister Marcello Esposito. Nel frattempo ho studiato, ho fatto un primo corso per poter allenare fino in Eccellenza e il prossimo step sarà l'abilitazione per poter guidare una squadra di Serie D. Il mio sogno è di ripetere in panchina a Nocera quello che ho fatto da calciatore». Recordman assoluto di gol con la maglia rossonera, Cavallaro ha ottenuto una promozione dalla D ai professionisti, oltre alla storica terza promozione in Serie B nella stagione dei 100 anni del club.

Nocerino di adozione, è tornato in maglia rossonera per volere del presidente Paolo Maiorino. E con lui, in questi mesi di lockdown, ha a lungo parlato del futuro prossimo della Nocerina. «C’è un rapporto molto stretto col presidente. Vuole organizzare una buona società e soprattutto allestire una squadra competitiva per il prossimo campionato. È praticamente l’unico argomento di cui parliamo quando ci sentiamo e quando abbiamo potuto incontrarci di nuovo. Mi auguro che lo faccia, perché la Nocerina  - ha concluso Cavallaro - merita ben altro ruolo rispetto a quello recitato nelle ultime due stagioni». © RIPRODUZIONE RISERVATA