Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Nocerina, ricorso contro Sorgente:
a metà luglio si discute la vertenza

Venerdì 24 Giugno 2022 di Giuliano Pisciotta
Nocerina, ricorso contro Sorgente: a metà luglio si discute la vertenza

Il Tribunale Federale Nazionale sezione Vertenze Economiche ha discusso oggi il reclamo della Nocerina avverso alla decisione della Commissione Accordi Economici della Lnd che, lo scorso 1° giugno, aveva accolto l'istanza dell'ex rossonero Simone Sorgente.

In particolare, l'ex attaccante dei molossi reclamava la mancata corresponsione di 3200 euro da parte della società dell'allora presidente Paolo Maiorino. La somma corrispondeva all'intero importo dell'accordo economico sottoscritto dal calciatore nel febbraio del 2021 per la restante parte della stagione sportiva.

Nell'udienza dello scorso 5 maggio la Nocerina non si presentò e non fece pervenire alcuna memoria difensiva per “rispondere” alla chiamata in giudizio. E così la Commissione Accordi Economici della Lega Nazionale Dilettanti accolse il reclamo di Simone Sorgente.

Questo pomeriggio è invece arrivata l'ordinanza del Tribunale Federale Nazionale, secondo cui la Nocerina dovrà presentare entro il prossimo 4 luglio l'originale della quietanza liberatoria con data 14 giugno 2021. Quella liberatoria faceva parte della documentazione che il club rossonero ha dovuto presentare per potersi iscrivere al campionato di Serie D 2021-22, concluso nelle scorse settimane.

Il Tfn ha fissato al prossimo 11 luglio il termine entro cui le due parti in causa debbano scambiarsi le rispettive memorie. Il 18 luglio prossimo l'udienza per stabilire la verità nella vicenda. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA